Forte pressione rialzista, l’ecosistema continua a proporre servizi. Dai bridge BTC-ETH ad acquisizioni importanti

“Nei mercati ribassisti, le azioni tendono ad aprire forti e chiudere deboli; nei mercati rialzisti le azioni tendono ad aprire deboli e chiudere forti.”

— William O’Neil, Trader professionista ed Autore

Il mercato si avvicina alla strada della ripresa. Siamo vicini ad una inversione di trend vista la pressione continua dei traders ad accumulare posizioni al rialzo; l’ecosistema non da segni di rallentamento: il co-founder di Coinbase investe 7.7$ mln di dollari in un token-sale per un bridge Bitcoin a Ethereum, Binance acquista Coinmarketcap e si appresta al lancio del Trading di Opzioni. Continuano ad essere presentati nuovi annunci per gli avanzamenti tecnici di Ethereum 2.0

 

Il Mercato quest’ultima settimana

Ritorno della volatilità sul mercato delle criptovalute soprattutto per Bitcoin ed Ethereum. Siamo vicini ad una inversione di trend vista la pressione continua dei traders ad accumulare posizioni al rialzo. Numerose sono state anche questa settimana le notizie provenienti dal settore: Binance acquista CMC e lancia le opzioni, poco più di un mese all’attesissimo Halving per Bitcoin, IBM punta sul settore della Blockchain.

Analisi Tecnica

Settimana conclusa caratterizzata ancora da una fase di incertezza sulla reale direzione del mercato per Ethereum. Importante sarà osservare le prossime sedute in quanto siamo vicino ad una imminente e decisa direzione del mercato.

Andiamo a fare un’analisi più approfondita.

Se ti sei perso l’analisi della scorsa settimana la trovi al seguente link: https://theledger.it/newsletter/makerdao-colma-il-debito-mercato-ancora-incerto-diverge-dal-movimento-delle-borse/.

Lungo Termine: Grafico ETH/USD settimanale.

La scorsa settimana si era conclusa con la chiusura di una candela conosciuta come “spinning top”, la seconda consecutiva, ed era chiaro che la direzione del mercato era molto indecisa.

Il prezzo ha testato numerose volte i massimi della scorsa settimana attestandosi così sui 143/144$.

La pressione al rialzo si fa sentire anche grazie, osservando la figura 1, ai minimi crescenti che sta registrando, importante segnale che i traders restano lunghi piuttosto che corti sulla seconda criptovaluta per capitalizzazione.

ETH/USD settimanale “clicca qui per ingrandire”

Figura 1: grafico ETH/USD settimanale.

In più siamo in presenza di un pattern significativo, triangolo ascendente. Si attende quindi, con molta probabilità, che con questa settimana il prezzo vada a chiudere molto probabilmente al di sopra (linea verde) o al di sotto (linea rossa) del triangolo.

Medio Termine: Grafico ETH/USD giornaliero.

Sul medio termine il trend rimane ribassista nonostante i vari tentativi di rompere i 145/150$. Area al di sotto di questa area vi è una chiara area di accumulazione, ogni volta che il prezzo scende viene nuovamente riacquistato dai traders e riportato sui massimi delle ultime 3 settimane.

ETH/USD giornaliero “clicca qui per ingrandire”

Figura 2: grafici ETH/USD giornaliero.

Se il prezzo dovesse rompere con forza l’area di resistenza possiamo aspettarci che raggiunga come primo target la resistenza dinamica (trendline ribassista in blu). Successivamente si aprirebbero scenari di una possibile inversione di trend da ribassista a rialzista.

Breve Termine: Grafico ETH/USD 4 ore.

Concludiamo la nostra analisi tecnica con uno sguardo al breve termine.

ETH/USD 4 ore “clicca qui per ingrandire”

Figura 3: grafico ETH/USD 4 ore.

I minimi crescenti che notiamo in figura 3 ci fanno ben sperare che la pressione al rialzo è netta. Sarà importante vedere le prossime giornate, dando uno sguardo anche ai mercati tradizionali, come si comporterà il prezzo. Crediamo che ritorni anche la volatilità che tanto manca agli operatori di criptovalute.

Rapido sguardo anche a ETH/BTC ovvero alla forza relativa (RS – Relative Strenght).

ETH/BTC giornaliero “clicca qui per ingrandire”

Figura 4: grafici ETH/BTC giornaliero.

Permane la stabilità fra ETH e BTC nelle ultime settimane senza una vera e chiara direzione di uno dei due.

Analisi Fondamentale

Un breve riepilogo degli aspetti fondamentali di questa settimana:

  1. MakerDao is back in the game!
    MakerDAO, azienda leader nel fiorente settore della finanza decentralizzata (DeFi), costruita su Ethereum, aveva chiesto in fretta il voto della comunità il 13 marzo in vista della prima asta di debiti del progetto. Dopo circa 3 settimane è ufficiale la notizia che il debito è stato totalmente saldato e che i lavori e progetti possono continuare.
    — Link ai nuovi progetti;
  2. 34 giorni all’attesissimo HALVING di Bitcoin
    Non dimentichiamo anche il fatto che il mondo dei cripto sostenitori sta ansiosamente attendendo l’evento dell’anno, ovvero l’Halving di BTC previsto per metà maggio di quest’anno, la domanda di BTC verrà dimezzata premiando i miners di 6,25 BTC ad ogni blocco minato sulla blockchain di bitcoin dagli attuali 12,5 BTC.
    — Link per sapere in tempo reale il countdown corretto all’Halving di BTC: www.bitcoinblockhalf.com
  3. Binance acquista coinmarketcap.com e lancia le opzioni su BTC, ETH, EOS, LTC e BNB
    Tempo di acquisizioni anche per Binance che con una rapida operazione acquista coinmarketcap.com, punto di riferimento per tutti i traders e investitori per monitorare prezzi e notizie riguardo a tutte le criptovalute in circolaione. Lanciati da poco le opzioni su 5 criptovalute, ampliando così l’offerta di strumenti di trading rispetto alla concorrenza.
    — Link su acquisizione coinmarketcap e link su Binance e trading di opzioni;
  4. IBM punta sul settore della blockchain
    In una lettera indirizzata agli azionisti, IBM ha lodato la scelta del proprio CEO di espandere l’azienda verso il settore blockchain.
    — Link al documento originale (cercate all’interno del documento “blockchain”);
  5. Coinbase co-founder investe 7.7 milioni di dollari
    per un bridge che dovrebbe portare BTC sulla blockchain ETH.
    — Trovi il link nella sezione “news della settimana”;
  6. Binance rilascia il suo cryptomining pool
    — Link al tweet del CEO;
  7. La banca di Francia conferma la sperimentazione di una sua Moneta Digitale
    — Link al tweet ufficiale della Banca di Francia

 

Focus ON – Contenuti premium

Ogni settimana effettuiamo un focus su un determinato argomento. L’appuntamento di questa settimana riguarda:

Aztec: un nuovo protocollo verso la mass adoption di Ethereum

Spesso si sente parlare della blockchain come di una tecnologia che permette transazioni anonime e incensurabili. Purtroppo fino ad oggi questa promessa non è stata del tutto mantenuta sul fronte dell’anonimato, in quanto se riuscissimo ad associare un indirizzo blockchain x ( ad esempio uno noto come quello di Buterin) potremmo da oggi in avanti ricostruire tutto le transazioni passate e quelle future.

— Link all’articolo

Link esteso: 
https://theledger.it/contenuti-premium/aztec-un-nuovo-protocollo-verso-la-mass-adoption-di-ethereum/ 

Aztec: un nuovo protocollo verso la mass adoption di Ethereum

 

Le news dal mondo crypto selezionate della settimana

Cosa ti sei perso questa settimana nel mondo crypto? Ecco le principali notizie di rilievo:

  • Geth 1.9.11 migliora le prestazioni della rete Ethereum
    La nuova versione di Geth taglia drasticamente i costi legati alla propagazione dei blocchi. A oggi se tutti i 6822 nodi della mainet, fossero aggiornati a questa versione si avrebbe un risparmio di circa  $318.287 al mese sui costi di larghezza della banda ;
  • Aztec e un nuovo DAI con privacy attivata
    La nuova release di Aztec protocol, facendo leva sulla tecnologia Zk Snark,  introduce un nuovo tipo di Dai ( Zk Dai). Con questo nuova tecnologia è possibile mascherare l’identità sia del mittente che del destinatario. Inoltre anche l’ammontare inviato sarà conosciuto soltanto dagli “attori” coinvolti nello scambio di Zk Dai. Infine anche il costo delle transazioni “nascoste” è notevolmente ridotto attraverso l’invio a gruppo di transazioni “batching”, cosicché tutti gli invianti “in coda” potranno dividersi i costi di transazioni, che altrimenti sarebbero molto onerose (in quanto ottenere il mascheramento con Zk Snark, di norma è molto costoso) ;
  • La DeFi spinge verso soluzioni di scalabilità nell’ecosistema Ethereum
    Da una recente ricerca è stato evidenziato come nella blockchain di Ethereum siano sempre più presenti transazioni “complesse” legati a protocolli e dapp legate al mondo DeFi. Soluzioni che utilizzano Zk Rollup, vedi Loopring, e nel futuro lo sharing di Ethereum 2.0 aiuteranno a “scalare” la rete principale per lo sviluppo e l’esecuzione degli smart contract. The Ledger prevede che a partire da ora in avanti la Finanza Decentralizzata “on top” di Ethereum avrà un boom incredibile in termini di numero di utenti e transazioni. Se guardiamo il passato il boom delle Ico del 2017, quello potrebbe essere solo essere un principio di quel che verrà;
  • Kyberswap introduce il social login per semplificare l’accesso alla DeFi
    Kyberswap introduce la possibilità di registrarsi e fare login attraverso diverse piattaforme social per mezzo dell’integrazione con Torus. Da oggi potete effettuare il login con i vostri account Google, Facebook, Reddit, Discord o Twitch e creare un nuovo wallet. Qualcuno potrà sollevare problemi legati alla privacy, ma per un nuovo utente non avvezzo alla Defi l’operazione per accedere a questo comparto è di molto semplificata. In questo modo anche i meno esperti potranno “swappare” i propri token senza conoscere nulla di chiavi di cifratura, hash, indirizzi 0x…. e seed!;
  • Real T raggiunge 1 milione di $ in token immobiliari
    Il settore immobiliare, da tempo oggetto di rinnovamento tecnologico in tema di acquisto e vendita, è stato “preso di mira” dagli innovatori di Ethereum. Infatti Real T offre un servizio di tokenizzazione di un qualsiasi bene immobile al fine di frazionare, similmente a quanto avviene alle azione di una società, la proprietà di una casa, villa, ecc ecc. In questi giorni è stata stabilita quota 1 milione di $ in token rappresentanti proprietà immobiliari;
  • Consensys e Hitachi iniziano una collaborazione in Giappone
    La speranza in questa partnership è che le due società saranno in grado di sviluppare una serie di applicazioni decentralizzate e di abilitare transazioni sicure con PegaSys Plus. Per Hitachi, ciò rappresenta un’opportunità per sfruttare l’ecosistema blockchain come mezzo per trasformare i modelli di business in vari campi come servizi finanziari, assistenza sanitaria, catena di approvvigionamento e logistica e vendita al dettaglio. È anche interessante notare che PegaSys Plus è la versione enterprise della blockchain aziendale Hyperledger Besu. E Besu è un concorrente del Quorum di JP Morgan, un’altra popolare soluzione aziendale;
  • Vitalik Buterin è positivo sul lancio di Ethereum 2.0, ecco le sue recenti dichiarazioni
    Vitalik Buterin sostiene che, alla luce degli ultimi sviluppi e dell’audit del codice, Ethereum 2.0 (aka Pos) possa entrare in fase di multiclient testnet già da questo mese. A tal proposito “Quindi non è facile prevedere quando ci sarà il lancio in mainnet, anche se ci aspettiamo certamente reti di test multiclient molto presto;  Aprile sembra molto probabile”;
  • Ethereum.eth è live (ed incensurabile !)
    Finalmente anche il sito ufficiale di Ethereum diventa incensurabile. Infatti da questa settimana è possibile accedere ad Ethereum.eth per mezzo di broswer come Brave, Opera Mobile, Status e Google Chrome ( in questo caso serve avere Metamask installato). L’operazione è stata resa possibile attraverso l’uso di ENS (nomi di dominio decentralizzato) e IPFS (storage decentralizzato);
  • Social Multisig Recovery
    Uno dei maggiori dilemmi che riguardano la custodia dei propri beni crypto concerne quale sia il modo migliore per detenerli, soprattutto  nel caso in cui non si riesca più ad accedere al proprio “portafogli”(wallet). E’ meglio affidarsi ad un ente centralizzato ritenuto affidabile oppure a sistemi orientati alla massima decentralizzazione? Ripondendo a questa domanda Vitalik afferma che, piuttosto, sia necessario affidarsi tre tipologie di recupero, via smart contract, via multisignatur (smart contract) od attraverso la tecnica del social recovery ed indica uno standard attualmente in fase di sviluppo: il Secret Multisig Recovery;
  • Browser Opera + IPFS
    Il noto browser Opera, pioniere nell’integrazione nativa del web3.0, ha recentemente integrato, oltre ad altre funzionalità, il protocollo IPFS nella propria versione per Android;
  • Github multiclient testnet ethreum
    Ci si avvicina sempre più alla fase di test per il multiclient di Eth2.0. Si segnala a tal riguardo la creazione e l’implementazione di una di quelle che saranno le testnet  che saranno disponibili: Schelsi;
  • Bella intervista di Vitalik Buterin sul futuro di Ethereum
    Nell’intervista, registrata durante l’ultimo EthDenver, Vitalik parla di come si immagina il futuro di Ethereum;
  • Comparazione fasi di mercato e creazione nuovi indirizzi
    Un esempio utile per capire quale sia il rapporto tra andamento di mercato ed azione, in particolare creazione di nuovi wallet/portafogli, tanto per Ethereum che per Bitcoin è dato dai grafici della piattaforma Santiment che hanno sottolineato la divergenza tra i suddetti;
  • Come Ethereum stia soppiantando i settlement layer tradizionali della finanza
    Si è sempre parlato di come Ethereum sia stato pensato per sostituire l’infrastruttura del tradizionale sistema finanziario. In questo articolo ve ne è un’ulteriore conferma/prova. Difatti, Ethereum viene usato come settlement layer, in questo caso, per il rilascio ed il pagamento degli interessi di alcune obbligazioni. La cosa più interessante da notare è come tutto questo compaia chiaramente nel terminale Bloomberg!
  • Bitcoin viene utilizzato solo se integrato nella blockchain di Ethereum!
    La DeFi, che utilizza Ethereum come blockchain, come è noto, sta raccogliendo l’interesse di tantissime persone, società enti no profit ed altro. In questo altro, ci sono molti detentori di Bitcoin che non potendo accedere direttamente al mondo della finanza decentralizzata (il protocollo di Btc non lo permette) stanno cominciando ad interessarsi sempre più ed ad entrarvi attraverso soluzioni che permettano di migrare i propri Btc all’interno della rete Ethereum (si, Eth permette anche questo). Un esempio di queste soluzioni, ponti, che stanno cercando di essere sempre più open e trustless lo troviamo sicuramente in tBTC;
  • Avanzamenti tecnici di Eth2.0
    Ben Edgington noto sviluppatore e ricercatore in ambito ethereum, ha rilasciato il suo consueto e dettagliato report circa gli avanzamenti tecnici in ambito ethereum 2.0. Nonostante il taglio prettamente tecnico è comunque interessante dare un’occhiata a come i tecnici si stiano muovendo in questo passaggio epocale per la tecnologia blockchain.
    In particolare viene riportato l’aggiornamento delle specifiche della Fase 0 di Eth2.0 da parte di Danny Ryan.

 

Eventi di rilievo

Tutti gli eventi o quasi a causa della pandemia Coronavirus sono stati cancellati o proposti in via virtuale, tra questi in particolare per la community italiana:

 

Aiutaci a condividere

0Shares
0

Iscriviti ora per ricevere la newsletter gratuita

Privacy Policy