BitMEX in manette nel mentre sono 22$ miliardi i volumi di scambi negli Exchange Decentralizzati

“Dura Lex, sed Lex”

  • Ulpiano

Buon Lunedì 5 Ottobre! Settimana trascorsa con non pochi colpi di scena: BitMEX, noto exchange di derivati di cryptovalute, è stato denunciato ed i suoi co-fondatori arrestati, trovate più dettagli in questa newsletter. Nel frattempo i volumi dei DEX hanno raggiunto cifre che fino a poco fa non avremmo mai immaginato 🚀🌕


 

Il Mercato quest’ultima settimana

Continua la bassa volatilità su tutto il mercato delle Criptovalute – Mercato tradizionale continua ad arretrare (Trump positivo al COVID a 30 giorni dalle elezioni) – Accuse di riciclaggio di denaro e poca attenzione all’AML e KYC per l’Exchange BitMEX e Bitcoin arretra – La BCE prepara il terreno per un Euro digitale.

Analisi Tecnica

Partiamo come sempre a fare il punto della situazione su Ethereum iniziando da un’analisi sul lungo termine per proseguire sul medio termine e concluderemo il nostro piccolo viaggio focalizzandoci sugli ultimi giorni di negoziazione.

Se ti sei perso l’analisi della scorsa settimana clicca qui.

Lungo Termine: Grafico ETH/USD settimanale.

Il mercato delle criptovalute è stato caratterizzato da bassa volatilità senza importanti sconvolgimenti durante tutta la scorsa settimana.

ETH/USD settimanale
“Clicca sull’immagine per la versione in HD”

Figura 1: grafico ETH/USD settimanale | Fonte grafica: Tradingview

La capitalizzazione di mercato nell’ultima settimana è rimasta pressochè la stessa rispetto all’inizio della scorsa settimana, passando da 340$ Miliardi a 335$ Miliardi circa.

Le migliori crypto a performare questa settimana troviamo al primo posto Celsius (CEL) con un aumento del 45% seguito da Zelliqa (ZIL) con un incremendo del 25% e al terzo posto troviamo Ampleforth (AMPL) con un balzo del 20%.
Ethereum invece è arretrato del -1% rispetto alla scorsa settimana con un massimo registrato a 372$ e un minimo registrato a 335$ circa.

L’aspetto tenico e interessante da notare in Fig.1 è la rottura del canale rialzista sulla parte bassa, stando a segnalare una probabile ripresa al ribasso di quest’ultima periodo. Da notare infatti come la violazione al rialzo del prezzo sulla trendline ribassista (linea blu) di lungo periodo abbiamo dato un forte impulso rialzista per poi arretrare nelle ultime settimane verso i minimo di 320$. Aspetto molto naturale dell’andamento del prezzo secondo il nostro punto di vista , che potrebbe da un momento all’altro riprendere la via del rialzo con obiettivo nuovi massimi di periodo.

Dati Tecnici:

  • Volumi in leggero aumento
  • MACD in posizione neutra verso la negatività

 

Medio Termine: Grafico ETH/USD giornaliero.

Più evidente la fase di continuazione ribassista sul periodo di medio termine dove Ethereum continua ad indebolirsi senza riuscire a stare sopra la resistenza di lungo termine evidenziata a 360$.

ETH/USD giornaliero

“Clicca sull’immagine per la versione in HD”

Figura 2: grafico ETH/USD giornaliero | Fonte grafica: Tradingview

Il doppio minimo registrato due settimane fa non dato un impulso rialzista forte come ci si poteva aspettare e senza cosi oltrepassare area 360$ per puntare a quota tonda a 400$.

Al momento come primo supporto importante per un rimbalzo vediamo in Fig.2 area 320$ prima e nel caso non dovesse reggere quest’area Ethereum potrebbe scivolare ulteriormente verso area 280/290$. Diversamente se il prezzo dovesse riprendere quota e portandosi sopra 360$, possibile in questo caso obiettivo settimanale a 400$ prima e nel caso più promettente verso i 420$.

Dati tecnici:

  • Volumi in diminuzione
  • MACD in posizione neutra

 

Breve Termine: Grafico ETH/USD 4 ore.

Ethereum tenta un timido rialzo verso area 360$ sostenuto anche da un minimo crescente formatosi in area 335$.

ETH/USD 4 ore
“Clicca sull’immagine per la versione in HD”

Figura 3: grafico ETH/USD 4 ore | Fonte grafica: Tradingview

Se dovesse oltrepassare e consolidare area 360$ e sopra la trendline ribassista di breve termine (linea blu) la pressione al rialzo potrebbe aumentare se ovviamente sostenuta anche dagli operatori per spingere così il prezzo verso nuove importante aree di resistenza, prima fra tutti obiettivo nei pressi del valore tondo a 400$ e poi 420$ prima di puntare al massimo di periodo a 480$ registrato all’inizio di settembre.

Dati tecnici:

  • Volumi in forte diminuzione
  • MACD in posizione positiva

 

Rapido sguardo anche a ETH/BTC ovvero alla forza relativa (RS – Relative Strenght).

Ethereum non riesce a trovare slancio nei confronti del suo rivale Bitcoin restando cosi incastonato nello stesso range della scorsa settimana.

ETH/BTC giornaliero
“Clicca sull’immagine per la versione in HD”

Figura 4: grafico ETH/BTC giornaliero | Fonte grafica: Tradingview

Ethereum può tentare un rimbalzo contro Bitcoin in quest’area di trading 0,0315-0.0325 e nello specifico a quota 0,03130 vicino al doppio minimo realizzato un paio di settimane fa, con un rimbalzo da quest’area creerebbe un pattern con un triplo minimo, segnale ancora più forte.

Vedremo se nei prossimi giorni uno dei due possa dare un primo segnale di direzione al ribasso o al rialzo come molti attendendo ormai da diverso tempo.

Analisi Fondamentale

Un breve riepilogo degli aspetti fondamentali e notizie interessanti di questa settimana:

 

Le notizie selezionate dell’ultima settimana

Cosa ti sei perso questa settimana nel mondo crypto? Ecco le principali notizie di rilievo:

  • EY pubblica la sua prima soluzione Enterprise su Ethereum
    Come noto la società è attiva sul settore delle criptovalute da molto tempo. In particolare il focus è quello di unire soluzioni basate sulla public chain di Ethereum con protocolli di privacy molto elevati. Da pochi giorni EY ha rilasciato la sua primo “pacchetto” software Ethereum pensato apposta per le grandi aziende;
  • Ethereum, la blockchain più usata
    Nel corso del 2020 la principale soluzione per la creazione, sviluppo ed esecuzione degli smart contract, ha fatto guadagnare ben 350 milioni di dollari di commissioni ai miners, staccando di molto i proventi che gli analoghi soggetti percepiscono sulla rete Bitcoin. A cosa si deve questa enorme disparità ? Il fattore principale potrebbe essere identificato nel boom della Finanza Decentralizzata insieme al progressivo abbandono, da parte degli utenti e dei player dell’industria, di altre chain quali EOS, Cardano, Tron e restanti “ghost chain”. In conclusione è chiaro che non basta avere una bella tecnologia che funziona correttamente, ma ci vuole anche una community importante che accompagni il suo cammino, con buona pace di tutti i così detti “Ethereum killers”;
  • Uniswap, natura del token
    Abbiamo identificato un’interessante riflessione circa la natura giuridica del token rilasciato da Uniswap nel contesto degli Stati Uniti. Secondo l’autore il token $UNI non rientra nell’ambito di regolamentazione “più stretta” del mercato finanziario statunitense;
  • Gasnow
    Usate spesso la rete Ethereum ? Allora vi sarà utile questo tool che predice il giusto costo del gas in base a quante transazioni sono pendenti in quel esatto momento;
  • Testnet, che numeri
    La principale testnet di Eth 2.0 ha raggiunto lo strabiliante successo di ben 2 milioni di Eth (versione testnet) depositati per fare il così detto staking;
  • Defi, sotto la lente degli hacker
    Un protocollo di Finanza Decentralizzata, in via di sviluppo e non rilasciato pubblicamente, è stato hackerato per ben 15 milioni di $;
  • Eth 2.0, cosa comporta 
    Ne abbiamo parlato molto spesso, ma riteniamo interessato offrire questo articolo per un veloce ripasso di cosa implicherà il passaggio verso la nuova versione di Ethereum;
  • UNI entra nel paniere di Compound
    Uniswap, il più grande cambio decentralizzato su Ethereum, ha da poco rilasciato il suo token $UNI calamitando l’interesse dell’intero settore. Un’altra applicazione della Finanza Decentralizzata – Compound – ha subito deciso di includere $UNI nel paniere dei token gestiti, offrendo allo stesso tempo l’interessante opportunità ai suoi utenti di conservare tutte le facoltà legate alla governance su Uniswap. Ciò è molto rilevante perché crea per la prima volta delle connessioni ramificate tra diverse DAO con governance differenti. Riuscirà Uniswap a diventare la principale DAO e $UNI il token dei token di governance ?;
  • Termometro Ethereum
    Un veloce sguardo allo stato di salute della rete Ethereum;
  • Uniswap, rischi e opportunità
    Come sappiamo Uniswap è il cambio decentralizzato più grande ed importante al mondo. Ha attirato l’attenzione degli utenti anche grazie alla possibilità di fare Liquidity Providers. Di cosa si tratta ? La liquidità del cambio è garantita dagli utenti che depositano criptovaluta al fine di ottenere le commissioni del cambio. Ciononostante alcuni meccanismi propri di Uniswap presentano il rischio far perdere il pieno controllo della gestione delle commissioni provocando degli sbilanciamenti verso una o più criptovalute. Questo meccanismo è detto Impermanent Loss e lo approfondiremo più avanti;
  • Uniswap, come si usa ?
    Una pratica guida all’uso del DEX che in questo momento sta infiammando il mercato;
  • Arrivederci Spadina, benvenuta Zinken
    Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un incremento esponenziale delle attività sulla principale Testnet di Ethereum – Medalla – che è stata affiancata di recente da Spadina. Purtroppo Spadina – che aveva il focus di testare alcune fasi di Eth 2.0 – non ha raggiunto un livello di partecipazione adeguato ed è stata quindi gradualmente abbandonata per una nuova: Zinken. Questa nuova testnet avrà la stessa finalità di Spadina e sarà lanciata nei prossimi giorni;
  • tBtc su L2 Ethereum
    Nelle ultime settimane il mondo L2 di Ethereum è in fermento. Soluzioni, testnet, progetti si stanno facendo largo. A tal riguardo si riporta l’esempio di un tBtc trasferito su L2 zkSync per effettuare pagamenti;
  • Volumi da urlo sui Dex di Ethereum
    Se Uniswap la fa da padrone tra i Dex basati su tecnologia Ethereum, gli altri non stanno certo a guardare. Difatti, i volumi complessivi hanno toccato la quota record di 22 miliardi di dollari!!;
  • DeFi, strategie, software…Per questo c’è FURUCOMBO
    Spesso e volentieri capire come “incastrare” i vari strumenti provenienti dal mondo DeFi al fine di ottimizzare il proprio guadagno è un’impresa titanica apparentemente riservata a pochi. Per fortuna ci sono vari servizi che stanno cercando di rendere più facile operare nel mondo DeFi. Uno di questi è Furucombo. “Furucombo è uno strumento creato per gli utenti finali per ottimizzare la loro strategia DeFi semplicemente trascinandola . Visualizza complessi protocolli DeFi in cubi. Gli utenti impostano gli input / output e l’ordine dei cubi (una ” combo “), quindi Furucombo raggruppa tutti i cubi in un’unica transazione e li invia”;
  • A rollup-centric ethereum roadmap
    Vitalik ha recentemente pubblicato un articolo su Ethereum Magicians in cui fa un po’ il punto di come sarà e di quali saranno le fasi di scalabilità di Eth 2.0. In particolare, il creatore di Ethereum, si sofferma su quello che sarà il breve-medio termine affermando che “La roadmap di eth2 offre scalabilità e le prime fasi di eth2 si stanno avvicinando rapidamente, ma la scalabilità del livello base per le applicazioni sta arrivando solo come l’ultima fase principale di eth2, che è ancora lontana anni. In un’ulteriore svolta ironica, l’usabilità di eth2 come livello di disponibilità dei dati per i rollup arriva nella fase 1, molto prima che eth2 diventi utilizzabile per le applicazioni di livello 1 “tradizionali”. Questi fatti presi insieme portano a una conclusione particolare: è probabile che l’ecosistema di Ethereum sia all-in sui rollup (più alcuni plasma e canali) come strategia di ridimensionamento per il futuro a breve e medio termine“. A seguito di questo articolo, i soliti detrattori di Ethereum ed in particolare di Eth2.0 hanno cominciato la solita campagna di disinformazione e propaganda alla quale ha ben risposto Vitalik ribadendo concetti noti da tempo;
  • SushiSwap ha reso Uniswap ancora più forte, quello che non ti uccide ti fortifica
    Vi ricorderete tutti quanti della faccenda SushiSwap e del suo “attacco”/lancio nei confronti di Uniswap nel tentativo di detronizzazione. Bene la storia, non finita molto bene per il primo, a quanto pare, ha reso molto più forte il secondo confermandolo al vertice della categoria. Il successo di Uniswap rispetto ai suoi concorrenti Dex è ancora più evidente se si guarda il valore degli scambi effettuati in confronto a Coinbase, messo ko dal primo;
  • DappRadar report del Q3
    Se avete fame di metriche, il report del Q3 da parte di DappRadar saprà sicuramente darvi delle soddisfazioni;
  • Di non soli di Dex si vive
    Sebbene i volumi dei Dex siano decollati non possiamo e non dobbiamo dimenticarci di quelli “macinati”dai Cex. Questi hanno fatto volumi pari a 169 miliardi di dollari di volumi;
  • Metriche metriche metriche
    Siete affamati di dati, vi suggeriamo Token Terminal, facile e chiaro;
  • Pagamenti programmabili con Superfluid
    Volete programmare pagamenti senza dover ogni volta prepararvi le transazioni? Se la risposta è affermativa vi conviene dare un’occhiata al nuovo progetto chiamato Superfluid.

Eventi di rilievo

Tutti gli eventi o quasi a causa della pandemia da Coronavirus sono stati cancellati o proposti in via virtuale:

Fonte/Credits: Week In Ethereum News

 


Newsletter #34 scritta da: @jacoped, @LeonPedretti, @micheleprandina, @NikMavrov

Se hai trovato di valore questa newsletter condividila: https://theledger.it/newsletter/bitmex-in-manette-nel-mentre-sono-170-miliardi-i-volumi-degli-exchange-decentralizzati/

 

Aiutaci a condividere

0Shares
0

Iscriviti ora per ricevere la newsletter gratuita

Privacy Policy