Tether sulle riserve di stablecoin: il mistero rimane fitto

La divulgazione finanziaria di Tether, che fa da base al mercato delle criptovalute, rimane misteriosa come al solito. La holdings, nel tempo, ha accumulato circa 69 miliardi ed è stata spesso vittima di speculazione.

2fd4345d8c3a46278941afd9ab7ad225
Tempo di lettura: 4 minuti
  • La divulgazione finanziaria di Tether ha come scopo quello di essere da base per gran parte di quello che è il mercato delle criptovalute
  • Tether Holdings LTD ha accumulato un patrimonio di circa 69 miliardi di dollari
  • La società è riuscita a trasferire circa un miliardo di partecipazioni ai fondi del mercato monetario, anche se per molti anni è stata vittima di speculazione

Tether divulgazione speculazione

Recentemente ha fatto discutere la divulgazione finanziaria di Tether che ha come scopo quello di essere da base, seppur controversa e contraddittoria, per gran parte di quello che è il mercato delle criptovalute ma purtroppo non è riuscita al momento a fare luce su dove si trovano le sue riserve.

Consideriamo che Tether Holdings LTD ha accumulato, e questa è una notizia di fine settembre, un patrimonio di circa 69 miliardi di dollari grazie a una garanzia di more Cayman che ha sede appunto nelle Isole Cayman.

Questo patrimonio include delle cifre significative, e cioè 7,2 miliardi di dollari in contanti,19 miliardi  in Buoni del Tesoro e circa un miliardo di dollari in fondi del mercato monetario e 30,6 miliardi in carta commerciale.

Tether: circa un miliardo trasferito ai fondi del mercato monetario

Tether

Questa divulgazione ha fatto vedere che Tether è riuscito a trasferire circa un miliardo di partecipazioni ai fondi del mercato monetario, anche se non è stato specificato su quali paesi si sono passati i fondi monetari.

Inoltre questa divulgazione ha messo in evidenza quella che è stata una significativa riduzione delle percentuali delle attività totali detenute in Commercial Paper dalla fine di giugno in poi.

Bennet Tumblr ha affermato che la divulgazione è molto simile alle ultime attestazioni: non parliamo di una qualunque ma di un ricercatore indipendente che è sempre stato molto critico nei confronti sia dell’Exchange di criptovalute Bitfinex che appunto nei confronti di Tether.

Inoltre ha sottolineato come il nuovo linguaggio moderno definisca le società di Rating del credito a cui fa riferimento nel rapporto.

Ma soprattutto ha rilevato che ci sono altri dubbi su questo argomento come quello per esempio relativo al tipo di risorse digitali nelle sue partecipazioni o all’uso dei rendimenti sempre delle partecipazioni.

Cos’altro c’è da sapere

Tether

Per quanto riguarda Tether possiamo dire che per molti anni è stata vittima di speculazione relativamente al fatto che la moneta, che viene usata per facilitare scambi nel mercato delle criptovalute, non viene mai sopportata come si era precedentemente affermato.

Inoltre consideriamo che nello scorso febbraio molte società avevano accettato di fornire rapporti trimestrali a New York ed era solo una parte di un accordo relativamente alle accuse ricevute per aver mentito sulla riserve negli anni scorsi e anche per aver occultato la perdita di Fondi.

Nel momento in cui si è saputo che la società deteneva molta carta commerciale ci sono state tutta una serie di ipotesi sia nel settore del reddito fisso che in quello delle criptovalute. Invece per quanto riguarda gli investitori  hanno voluto capire quali titoli fossero detenuti, oltre a quelli che sono gli importi che vengono elencati.

Su questo dibattito è intervenuto in maniera pratica anche Sherrod Brown, senatore democratico dell’Ohio che ricopre in maniera molto attenta il ruolo di presidente responsabile del comitato bancario del Senato.

Ma è stato proprio quest’ultimo che  ha chiesto sia a Tether che ad altre importanti realtà relativamente a Stablecoin informazioni sui loro rischi.

Inoltre ricordiamo che  l’ultima garanzia ha anche  rendicontato quelli che sono 3,5 miliardi in prestiti garantiti ad entità non affiliate, nonché 3,88 miliardi di investimenti che includono organi digitali e infine 3,6 miliardi di obbligazioni societarie.

Tether, attraverso una nota, ha assolutamente negato ogni collegamento a quella che è la detenzione del debito di Evergrande.

Però Stuart Hoegner, avvocato della holding, non ha voluto dire, durante un’intervista a Bloomberg businessweek, se la società ha altri documenti commerciali cinesi.

Inoltre ha  affermato che la stragrande maggioranza e la carta commerciale a dei voti alti da parte di società di Rating del credito. 

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x