Prima Bitcoin City al mondo, dove? A El Salvador

Dopo aver resto Bitcoin una valuta legale, El Salvador è pronta a diventare la prima Bitcoin City al mondo.

el salvador day 1
Tempo di lettura: 6 minuti
  • La prima Bitcoin City si trova a El Salvador
  • Bukele ha dichiarato in maniera molto chiara che ci sarà la possibilità di poter usufruire di educazione tecnologica e digitale
  • Chi desidera vivere in questa città dovrà solo onorare quella che è l’imposta sul valore aggiunto che verrà usata per pagare le obbligazioni del comune

Prima Bitcoin city

La prima Bitcoin City si trova a El Salvador. 

Pochi giorni fa è stato fatto un annuncio importante da parte di El Salvador che continua a dimostrarsi un paese che vuole guidare l’’ascesa di Bitcoin. E infatti il presidente Bukele ha  annunciato l’introduzione della prima Bitcoin city che verrà finanziata attraverso un Bond da un  miliardo di dollari.

Questa iniziativa che ci sentiamo di definire rivoluzionaria è stata dichiarata alla stampa da Bukele durante una conferenza  chiamata Bitcoin week di El Salvador e che aveva lo scopo ben preciso di celebrare l’adozione di Bitcoin e di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo argomento che, a parere del presidente di El Salvador, è assolutamente importante per il futuro del paese e non solo.

La prima Bitcoin City: le dichiarazioni del presidente Bukele

Prima Bitcoin city

Infatti Bukele ha dichiarato in maniera molto chiara che, grazie alla prima Bitcoin City, ci sarà la possibilità di poter usufruire di educazione sia tecnologica che digitale e inoltre sarà possibile per la città avere energia geotermica, nonché trasporti sostenibili ed efficienti.

Inoltre Bukele ha annunciato che lo sviluppo della città Bitcoin vedrà il coinvolgimento attivo di importanti realtà legate al settore delle criptovalute, cioè bitfinex di Paolo Arduino nonché blockstream di Adam Buck.

Infatti non è un caso che Arduino su Twitter ha spiegato che la sua azienda è molto contenta di partecipare all’iniziativa della prima Bitcoin city di El Salvador, attraverso il lancio di una piattaforma per Bitcoin.

Arduino ha dichiarato infatti che la piattaforma nel più breve tempo possibile andrà a ospitare tante offerte relative ad asset digitali sia internazionali che locali le quali avranno il compito di sviluppare nuove regolamentazioni per le criptovalute nel paese.

Ad altri magazine Arduino ha aggiunto di essere orgoglioso di aver raggiunto questo accordo importante con il  presidente Bukele per El Salvador, appunto per la realizzazione di un’infrastruttura legislativa e tecnologica e tokenizzazione degli asset digitali sia per le aziende estere che locali.

Ma ha inoltre dichiarato che il primo prodotto che verrà lanciato e che sarà disponibile esclusivamente sulla piattaforma Bitmex sarà il celebre vulcano Bond, che è un’applicazione che consente al governo di poter raccogliere circa un miliardo di dollari che verrà utilizzato per espandere le attività di Bitcoin mining nel paese.

Arduino ha fermato che questo progetto rappresenta una rivoluzione dal punto di vista economico e finanziario per chi rappresenterà il punto di congiunzione tra la finanza sia nazionale e internazionale che Bitcoin.

Prima Bitcoin City: altre dichiarazioni di Bukele

Prima Bitcoin city

Sempre per quanto riguarda Bukele ha sottolineato che la prima Bitcoin City la dobbiamo immaginare come una vera e propria città al cui interno ci saranno un porto, tanti punti di ristorazione nonché centri commerciali e tutte queste attività saranno basate appunto sulla criptovaluta Bitcoin.

Altra cosa importante che ha sottolineato Bukele è che chi desidera in questa città dovrà solo onorare quella che è l’imposta sul valore aggiunto che verrà usata per pagare le obbligazioni del comune nonché la manutenzione della città e le infrastrutture pubbliche.

Molto importante anche la dichiarazione di Samson Mao, chief Security officer di blockstream che, relativamente alla possibilità di fare un Bond subito con un miliardo di dollari ha detto che nell’azienda possiedono moltissime whale e quindi è sicuro che un Bond da un miliardo di dollari sarà fattibile e non darà nessun problema.

Sempre Mao ha sottolineato è dichiarato che 500 milioni di dollari in Bitcoin  saranno soggetti a un periodo denominato di lock-up di ben 60 mesi e in questo modo verrà rimosso il capitale investito dalla circolazione.

E sempre secondo lui, grazie a questa cosa nei prossimi anni o anche prima, potremo assistere a decine di iniziative simili anche nel resto del mondo e così facendo si andrà a rimuovere dal mercato una percentuale sempre maggiore di 21 milioni di BTC.

Ricordiamo infine che a seguito dell’adozione di Bitcoin da parte di El Salvador, il  governo di quest’ultimo aveva scelto di investire parte dei profitti del proprio Bitcoin Trust per andare a migliorare in maniera significativa le infrastrutture del paese e non a caso un po’ di tempo fa il presidente Bukele aveva annunciato di voler costruire tante scuole nuove.

E ancora prima e cioè ad ottobre il governo aveva investito 4 milioni di dollari generati con Bitcoin per costruire un ospedale veterinario nella capitale.

Il progetto del presidente Bukele presenta dei rischi?

Prima Bitcoin city

Molti esperti si chiedono se il progetto relativo alla prima Bitcoin city presenta dei rischi particolari o oppure no ma alcuni si concentrano principalmente sul fatto che  determinate Digital currency tra cui dogecoin ed ethereum sarebbero caratterizzate da un’alta volatilità ma sembra che l’elemento di instabilità principale sia un altro.

Infatti molti temono il fatto che a El Salvador ci sia un regime autocratico, anche se al momento il presidente Bukele sembra contare su un largo favore del suo popolo, avendo degli indici di gradimento che arrivano addirittura al 80%.

Ma c’è anche da dire che nelle scorse settimane negli scorsi mesi il Governo è intervenuto in maniera molto autoritaria e pesante in quello che è il sistema giudiziario nazionale e cioè ha licenziato tutti i giudici che hanno un’età superiore a 60 anni: soprattutto ha sostituito, in maniera inequivocabile e senza possibilità di cambiare idea, cinque giudici della corte suprema.

Queste decisioni hanno preoccupato molte persone le quali temono che potrebbero essere un inizio di limitazione di libertà all’interno dello Stato di El Salvador, nel senso che, come è successo in passato, a volte il sistema politico di un paese va a condizionare pesantemente quello finanziario, rischiando di indebolirlo in caso di derive totalitarie e autoritarie.

In definitiva non ci resta che aspettare i prossimi mesi e vedere se e come si evolverà il progetto della prima Bitcoin City e cioè siamo tutti curiosi di capire se diventerà una realtà consolidata oppure se si si dimostrerà un fuoco di paglia che non è destinato a durare.

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x