Whitepaper bitcoin. L’Estonia e Miami lo pubblicano sui loro siti ufficiali

Avreste mai pensato che un ente governativo pubblicasse il whitepaper di Satoshi Nakamoto sul suo sito web ufficiale? Beh, in questi giorni è toccato all’Estonia e alla città di Miami, che per la prima volta nella storia hanno dimostrato come anche un governo regolato da leggi istituzionali può avere un buon approccio col bitcoin e la tecnologia blockchain. Entrambi, infatti, hanno pubblicato il famosissimo documento sulla loro pagina web.

Bitcoin
Tempo di lettura: 6 minuti
  • Significato di whitepaper
  • Siti governativi in cui è stato pubblicato
  • Perchè pubblicarlo su un sito governativo?

 

Introduzione

Chi segue Bitcoin conosce benissimo l’autore del withepaper Satoshi Nakamoto, che nel 2008 è riuscito a creare un sistema che a distanza di oltre 10 anni sta conquistando l’interesse del mondo intero. Tale moneta digitale ha riscosso talmente tanto successo che, rispettivamente il 26 e 27 gennaio 2021, il pdf del withepaper è stato pubblicato sia sulla pagina web della città di Miami sia sul sito ufficiale del governo dell’Estonia.

 

Cos’è un whitepaper?

Per definizione, un whitepaper è un documento informativo che viene emanato da un’azienda o da un’organizzazione no profit, per promuovere o mettere in evidenza le caratteristiche di un prodotto o un servizio che offre o che intende offrire ai suoi clienti. Il whitepaper di Bitcoin, ad esempio, contiene al suo interno tutta una serie di informazioni utili che consentono di comprenderne appieno il funzionamento.

Whitepaper

Se volete dare un’occhiata al withepaper ufficiale pubblicato sul sito del governo dell’Estonia, noterete come Satoshi Nakamoto abbia realizzato una sorta di guida con tanto di sommario e introduzione, nella quale viene spiegato nei minimi dettagli il meccanismo di una moneta che oggi ha conquistato l’attenzione di milioni di utenti in tutto il mondo.

 

Dov’è stato pubblicato il whitepaper?

Il sito dell’e-residency

Nello specifico, l’Estonia ha voluto pubblicare il withepaper di Bitcoin sul sito dell’e-Residency, una pagina web del governo appositamente pensata per coloro che hanno bisogno di ottenere un attestato di residenza. Il meccanismo è molto diverso da quello di alcuni paesi, in quanto ad ogni cittadino estero viene offerta la possibilità di ottenere una ‘’residenza digitale’’ emessa direttamente dallo Stato dell’Estonia.

Whitepaper

In questo modo si accelerano di gran lunga i processi burocratici, e si consente ai cittadini stranieri di poter utilizzare a proprio piacimento i servizi forniti dall’Agenzia di Stato, ma anche dal settore privato. Ciò rappresenta un enorme passo avanti verso l’approccio con le nuove tecnologie, che spesso non vengono comprese da quei Paesi che tendono ad essere conservatori e “arretrati”.

Infatti, l’Estonia è uno di quei pochi Paesi che vede le criptovalute come un bene da dover prendere in considerazione, e non come qualcosa che rappresenta una minaccia o una truffa, cosa che accade spesso in alcune nazioni.

 

Il sito di miamigov

Per quanto riguarda la pubblicazione del whitepaper da parte della città di Miami, l’iniziativa è stata presa dallo stesso sindaco Francis Suarez, il quale in un tweet ha dichiarato di star lavorando duramente per rendere la sua città un vero e proprio punto di riferimento per l’innovazione sul settore cripto.

Da oggi, Miami si classifica come il primo governo comunale in assoluto ad aver ospitato il whitepaper di Nakamoto sul suo sito ufficiale, mettendosi avanti rispetto ad altre città che sono ancora titubanti sull’accettazione della criptomoneta.

 

Il motivo della pubblicazione del whitepaper

Estonia

Ovviamente, molti si stanno chiedendo il motivo per cui l’Estonia abbia voluto pubblicare il whitepaper del Bitcoin su un sito del governo. A dare la risposta è il governo stesso, che nella pagina ufficiale ha pubblicato le seguenti parole:

“L’Estonia usa una tecnologia blockchain chiamata Keyless Signature Infrastructure per garantire l’integrità dei dati e dei sistemi governativi più importanti sin dal 2008.

Da allora, abbiamo visto un aumento globale della richiesta di sistemi per aumentare la sicurezza delle transazioni commerciali transfrontaliere, sia con l’architettura Bitcoin introdotta dal whitepaper di Satoshi Nakamoto, sia con il primo concetto al mondo di e-Residency lanciato dall’Estonia nel 2014.

Siamo felici di conservare il whitepaper originale di Bitcoin qui sul nostro sito web come fonte di ispirazione per i futuri innovatori che cercano di capire come utilizzare la tecnologia blockchain a favore dell’agevolazione degli scambi transfrontalieri e di altre applicazioni.

Per quanto ne sappiamo, questa è la prima volta che il whitepaper originale di Bitcoin è stato ospitato su un dominio governativo.”

È evidente come l’Estonia voglia semplicemente ispirare gente brillante e innovativa ad utilizzare la blockchain per risolvere problemi legati alla vita di tutti i giorni, come le transazioni transfrontaliere. Come sottolineato dal governo estone, si tratta della prima volta in assoluto che un ente governativo ospita sul proprio dominio un whitepaper come quello del Bitcoin.

Inoltre, questo potrebbe essere anche un modo per convincere gli altri Stati a considerare la moneta come un bene utile sia ai governi che ai cittadini.

Miami

Analogamente, anche Miami ha pubblicato il whitepaper per diventare una fonte d’ispirazione per le altre città. Come illustrato sul loro sito ufficiale, Miami si sta impegnando a diventare un modello di città innovativa da cui prendere esempio, sostenendo le nuove tecnologie che sfidano lo status quo. Bitcoin, secondo il sindaco Suarez, è una tecnologia in grado di trasformare il mondo, poiché permette a chiunque di scambiarsi valore senza nessun intermediario come le banche.

Estonia

Funzionando da oltre dieci anni senza alcun intoppo, bitcoin è visto da molti esperti come la prossima grande riserva di valore, un po’ come una sorta di oro digitale. In questo senso, Miami si sta attivando per capire come utilizzare la moneta e le tecnologie correlate per attrarre le grosse aziende e gli imprenditori.

 

Conclusioni

Giorno dopo giorno assistiamo a infinite innovazioni sul mondo delle criptovalute e della blockchain.

Di recente, sembra che anche gli enti governativi stiano mostrando maggiore interesse in questo settore, tant’è che alcune grandi istituzioni detengono ingenti somme di monete digitali.

Tuttavia, l’Estonia ha fatto passi da gigante, sfruttando la blockchain per semplificare processi burocratici che in passato richiedevano un’infinità di tempo.

Dall’altro lato, città come quella di Miami sembrano avere ottimi progetti per il futuro, e stanno cambiando il loro approccio con la tecnologia innovativa.

Riusciranno gli altri stati a prendere esempio, e rendere queste tecnologie utili anche per la vita di tutti i giorni? Riusciranno le popolazioni mondiali ad avere libero accesso a queste monete? La soluzione, come al solito, è quella di non rimanere mai indietro e tenersi aggiornati.

 

Approfondimenti

 

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x