PayPal. I clienti U.S.A potranno pagare in criptovalute

PayPal ha da poco annunciato che i clienti statunitensi potranno usare le criptovalute per effettuare acquisti online e offline.

Paypal criptovalute
Tempo di lettura: 5 minuti
  • Che monete implementerà PayPal nei suoi servizi?
  • Il funzionamento di Checkout With Crypto
  • In che modo verrà influenzato il mercato?

Avevamo già parlato dell’interesse di PayPal per le cryptovalute, in quanto la società aveva annunciato che avrebbe creato una nuova unità aziendale dedicata alla crittografia. Oggi più che mai, possiamo dire che l’approccio di PayPal verso le monete digitali è più che positivo, dato che la compagnia ha appena lanciato un nuovo servizio di checkout in token virtuali.

PayPal e le criptovalute

Secondo quanto pubblicato su un articolo di Reuters, la famosa società conosciuta in tutto il mondo per essere tra le più sicure in assoluto ha annunciato che consentirà ai consumatori statunitensi di utilizzare i loro asset digitali per pagare online su milioni di e-commerce abilitati.

Ciò, ovviamente, rappresenta un grosso passo avanti verso l’adozione delle criptovalute, che stanno gradualmente prendendo campo nella vita di tutti i giorni. PayPal Holdings Inc, infatti, ha preso in considerazione alcune delle monete digitali più famose sul mercato finanziario, ovvero i Bitcoin, gli Ethereum, i Bitcoin Cash e i Litecoin, asset detenuti da milioni di persone in tutto il mondo.

Paypal criptovalute

Non a caso, si tratta dei token con il maggior volume di mercato, se non prendiamo in considerazione gli asset appartenenti esclusivamente al settore DeFi. Nello specifico, PayPal permetterà ai suoi utilizzatori di convertire immediatamente le criptovalute in denaro FIAT, così da poter effettuare acquisti in qualsiasi negozio fisico o virtuale. 

Checkout With Crypto

Il lancio del servizio Checkout with Crypto era stato già annunciato mesi fa, e sarà disponibile a breve su oltre 29 milioni di negozi abilitati. Come visibile nelle FAQ, infatti, PayPal aveva già comunicato che gli utenti statunitensi sarebbero stati in grado di detenere, vendere e comprare criptovalute tramite la loro piattaforma utilizzando il denaro all’interno del saldo PayPal.

Inoltre, è stato specificato come, una volta selezionata la voce ‘’criptovalute’’ come metodo di pagamento, le monete verranno convertite in maniera immediata in denaro FIAT secondo il prezzo di mercato corrente.

Paypal criptovalute

Il CEO Dan Schulman ha anche detto a Reuters:

“questa è la prima volta che le criptovalute possono essere usate in maniera immediata e trasparente come una carta di credito o una carta di debito all’interno del proprio portafoglio PayPal”.

Ovviamente, un annuncio di questa portata ha visto i prezzi di diverse criptovalute schizzare, dopo un breve periodo bearish che stava facendo perdere le speranze di ulteriori rialzi a numerosi utenti in tutto il mondo. Bitcoin, ad esempio, è tornato ad oscillare sui 58-59.000$, mentre Ethereum è schizzato dai 1500$ a oltre 1800$, anche a causa dell’adozione della sua blockchain da parte di Visa.

Tra l’altro, meno di una settimana fa, Tesla aveva annunciato la possibilità di comprare le sue automobili in Bitcoin, motivo per cui l’annuncio di PayPal ha riscontrato ancora più successo. La differenza, però, sta nel fatto che Tesla manterrà i pagamenti in Bitcoin, e non in denaro FIAT, come forma di investimento a lungo termine. 

Possibili influenze sul mercato

Le conseguenze del servizio lanciato da PayPal potrebbero essere diverse, e risulta ovviamente difficile fare una previsione ancor prima che questo venga lanciato. L’obiettivo di PayPal, infatti, è quello di far diventare le criptovalute una forma di pagamento diffusa nella vita quotidiana, così da arginare il problema della volatilità, che spesso spaventa i commercianti.

Proprio per questo motivo, le monete verranno convertite in denaro FIAT al momento esatto della transazione. Tuttavia, questo potrebbe essere controproducente per i detentori di criptovalute. Se, ad esempio, milioni di persone acquistassero beni o servizi contemporaneamente spendendo grosse quantità di criptovalute, tali transazioni potrebbero tramutarsi in un ribasso inaspettato, ledendo i portafogli degli holders di tutto il mondo.

Dall’altro lato, però, poter accedere facilmente alle criptovalute tramite un servizio riconosciuto a livello mondiale come quello di PayPal, potrebbe apportare ulteriori rialzi non solo nelle monete più conosciute come Bitcoin, Litecoin ed Ethereum, ma anche su quelle meno gettonate.

D’altronde, secondo Schulman, siamo in un momento in cui le criptovalute dovrebbero essere non solo strumenti finanziari da acquistare e detenere nel lungo termine, ma anche risorse da poter utilizzare nella vita quotidiana.

Conclusioni

Ogni giorno assistiamo all’adozione delle criptovalute da parte di società importanti come quelle di PayPal o Tesla.

Ciò, ovviamente, fa pensare che vedremo una possibile adozione di massa nel giro di pochi anni, in quanto questi strumenti si vanno rivelando sempre più appetibili non solo per l’utente medio, ma anche per enti importanti come le banche.

Tra l’altro, la blockchain si aggiorna in maniera costante, implementando nuovi strumenti in grado di catturare anche l’attenzione dei meno esperti del settore.

Tenersi aggiornati su queste tematiche, quindi, non può far altro che aiutarci a rimanere al passo con i tempi.

 

Approfondimenti

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x