Meta e Novi: possibilità di inviare cripto su Whatsapp

Meta, nuovo nome con cui si fa chiamare Facebook, ha deciso di introdurre la possibilità di mandare criptovalute su Whatsapp tramite il suo portafoglio nativo: Novi.

Meta Novi Whatsapp
Tempo di lettura: 4 minuti
  • Meta darà la possibilità di inviare criptovalute tramite l’app più usata al mondo: Whatsapp.
  • Sarà possibile tramite il wallet Novi, che con pochi click permetterà di mandare istantaneamente monete digitali senza pagare alcuna fee.
  • Il programma pilota verrà lanciato negli USA, disponibile soltanto per un certo numero di persone che daranno riscontri sull’esperienza lato utente.

Tutti sanno ormai che Meta è il nuovo Facebook, incentrato sulla decentralizzazione e sulla blockchain. Finalmente, con una versione pilota che sfrutta il portafoglio nativo chiamato Novi, gli utenti potranno inviare e ricevere cripto tramite i social media più utilizzati, in questo caso WhatsApp.

Inutile dire che siamo di fronte a quella che rappresenterà una vera e propria rivoluzione nel mondo digitale. Se fino ad oggi si potevano inviare monete crittografate soltanto tramite wallet o exchange, avere la possibilità di farlo tramite una app con cui tutti abbiamo familiarità cambierà tutte le carte in tavola.

Il programma pilota per gli USA

Meta ha lanciato il programma pilota solamente nel mercato degli Stati Uniti ad un certo numero di utenti, in modo da poter testare ogni minimo aspetto del nuovo sistema. Lo ha annunciato anche Stephane Kasriel, ex-CEO di Upwork, piattaforma dedicata ai freelance, e ora a capo del progetto Novi.

Meta Novi Whatsapp

L’utilizzo di Novi non cambierà la privacy dei messaggi e delle chiamate personali di WhatsApp, ha detto Stephane. Riguardo al lancio del wallet, si parlava ormai da mesi di nuove implementazioni e nuove features.

Tuttavia, Meta rimane ancora con un’incognita, ovvero quella legata al lancio della sua valuta digitale chiamata Diem. Questa, precedentemente conosciuta come Libra, sembra avere dei problemi a livello normativo.

Libra in breve

Libra, lanciato nel 2019, era un programma facente parte di Facebook, che aveva intenzione di lanciare una sua moneta digitale, appunto Libra. Nel tempo, però, l’hype per il progetto è andato scemando, e la maggior parte dei personaggi importanti ha migrato verso altre strade, tra cui Diem.

Libra, inoltre, aveva una sorta di wallet chiamato Calibra, che oggi conosciamo come Novi. In poche parole, sono cambiati i nomi e alcuni aspetti dei progetti, ma l’idea rimane la stessa. L’unica differenza, è che ora si parte senza una sua cripto nativa, che molto probabilmente verrà lanciata in futuro.

Tornando alla possibilità di mandare criptovalute tramite Whatsapp, invece, Facebook non si smentisce mai. Verranno chiesti, infatti, feedback, pareri e suggerimenti su come migliorare l’esperienza per l’utente, in modo da ottenere un prodotto praticamente perfetto, un po’ come tutto ciò che viene creato dall’azienda.

Secondo Kasriel, inviare monete digitali sarà facile come inviare un messaggio”. Se così fosse, l’adozione di massa potrebbe essere raggiunta ancor prima del previsto. Provate ad immaginare tutte quelle volte che volete inviare del denaro, ma non avete voglia di fare un bonifico o di aprire un conto bancario.

Ebbene, tramite qualche click, potreste avere la possibilità di mandare fondi, anche in piccole quantità, in maniera istantanea, il tutto tramite Whatsapp, applicazione che ognuno di noi ha ormai nel proprio smartphone.

Tra l’altro, la cosa più importante è che il wallet permetterebbe non solo scambi veloci, ma anche sicuri (grazie alla blockchain) e senza alcuna fee. Tutto ciò, a detta del capo del progetto, nasce in quanto la compagnia ha notato che la stragrande maggioranza delle persone invia le proprie coordinate bancarie per ricevere o mandare del denaro.

Con una soluzione del genere, il processo verrebbe ottimizzato e reso sicuramente migliore. Novi, infatti, si descrive come un portafoglio digitale che aiuta gli utenti a inviare e ricevere denaro istantaneamente e in modo sicuro. Quando un utente aggiunge denaro al proprio conto, l’app lo converte in USDP (Pax Dollar), che equivale al dollaro USA.

Conclusioni

Come avete sicuramente intuito, il programma di Facebook non è per niente banale. Nel giro di poche settimane, l’hype per le cripto e il metaverso è alle stelle, considerando un andamento di mercato molto incerto negli ultimi giorni.

Ciononostante, sembra che Zuckerberg abbia le idee ben chiare, e che la strada verso la decentralizzazione sia sempre più vicina.

Tuttavia, aziende come Facebook, secondo le opinioni di molti, potrebbero finire con l’avere il coltello dalla parte del manico, creando una finta decentralizzazione.

 

Approfondimenti

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x