Meerkat Finance: prosciugati 31 milioni di dollari sulla Binance Smart Chain

Meerkat Finance, ha prosciugato una somma pari a ben 31 milioni di dollari. Nonostante la colpa sia stata data ad un attacco hacker, tutti i dati on-chain sembrano provare il contrario.

Meerkat Finance
Tempo di lettura: 5 minuti
  • Breve introduzione a Meerkat Finance
  • A cosa sono dovuti i sospetti
  • Sono già avvenuti altre truffe su Binance?

La DeFi, o finanza decentralizzata, è ormai uno degli ambiti più gettonati del settore delle criptovalute, e sempre più persone stanno iniziando ad aderire a nuovi progetti che, spesso e volentieri, possono portare introiti molto interessanti. Tuttavia, Meerkat Finance, uno degli ultimi progetti lanciati sulla Smart Chain di Binance, ha prosciugato ben 31 milioni di dollari facendo perdere importanti somme di denaro a migliaia di utenti.

Secondo il team di Meerkat Finance, si è trattato di un attacco hacker allo smart-contract, anche se i dati on-chain sembrano suggerire che la colpa sia proprio degli sviluppatori del progetto.

Meerkat Finance: cosa è?

Il progetto Meerkat Finance viene descritto come un “high-quality project running on BSC platform, being developed for leverage and risk control functions for investors”, ovvero un progetto sviluppato sulla Binance Smart Chain per offrire funzioni di controllo del rischio e della leva per gli investitori. Come la maggior parte dei progetti DeFi, l’obiettivo è quello di consentire agli utenti di far lavorare i propri soldi, offrendo il massimo della trasparenza con un livello di rischio accettabile.

Meerkat Finance

Peccato, però, che quando si tenti di accedere al sito ufficiale, si trovi una “simpatica” scritta in cui viene detto che il dominio del progetto è in vendita per 10.000$. Trattandosi di un progetto appena lanciato, sembra quasi impossibile che possa essere stato attaccato dagli hacker nel giro di appena 24 ore. I dati on-chain, infatti, fanno pensare che il prosciugamento del denaro non sia stato dovuto ad una breccia all’interno del sistema, ma ad uno scam vero e proprio da parte degli sviluppatori.

Su cosa si basano i sospetti?

Ovviamente, pensare che sia stato il team stesso a far sparire ben 32 milioni di dollari potrebbe sembrare un pensiero un po’ azzardato. Tuttavia, sembra che sia stato proprio l’account del distributore ufficiale di Meerkat Finance ad alterare lo smart-contract. Infatti, la ‘’rug pull’’, ovvero la scomparsa improvvisa dei fondi, può essere avvenuta soltanto in due modi: una compromissione della chiave privata dello smart-contract, o un’alterazione del core-business da parte degli operatori stessi.

Inoltre, la scomparsa del sito web ufficiale di Meerkat Finance e del loro profilo Twitter porta a pensare che tutto sia stato escogitato per fingere che la ‘’rug pull’’ sia avvenuta a causa di un attacco hacker da parte di individui terzi.

Ancora, un rappresentante del team di Binance ha annunciato all’interno del gruppo Telegram di Meerkat Finance che, avendo notato un’anomalia all’interno del progetto, ha iniziato ad investigare insieme a Certik, Slowmist e Peckshield, società specializzate nella revisione di attività simili.

Il rappresentante ha anche affermato che, dato che Binance Smart Chain è un sistema totalmente open-source, i fondi saranno bloccati nel momento in cui entrano all’interno dell’exchange. Tuttavia, Binance si ritiene esonerato da ogni responsabilità relativa alla scomparsa del denaro, in quanto Meerkat Finance non è direttamente collegato all’exchange, come ogni altro progetto DeFi proposto dalla piattaforma.

Binance, infatti, dichiara sempre molto chiaramente che tutti i nuovi progetti DeFi che vengono lanciati, oltre ad essere ad alto rischio, non sono collegati direttamente con l’exchange. Tuttavia, gli sviluppatori hanno aggiunto un link in cui è possibile visualizzare in tempo reale l’andamento dello scam, offrendo a tutte le vittime la possibilità di tenersi aggiornate per capire dove sono finiti i loro fondi. È stato anche creato un apposito gruppo Telegram, chiamato Meerkat_Rugpull, all’interno del quale è possibile comunicare con altri utenti che sono stati truffati.

Conclusioni

Non è la prima volta che avviene un tentativo di truffa all’interno della Binance Smart Chain. Basta pensare al caso di Wine Swap, situazione in cui il team di Binance è riuscito a bloccare fondi per un valore di 344.000$.

Tuttavia, il caso di Meerkat Finance, anche se è ancora in fase di sviluppo, sembra essere riuscito, rappresentando la più grande truffa all’interno della Binance Smart Chain.

Ciò è la prova che, per quanto i progetti DeFi possano essere interessanti e profittevoli, il rischio che si cela dietro un eventuale investimento è sempre molto alto.

Per questo motivo, il nostro consiglio è sempre quello di informarsi bene prima di aderire ad un nuovo progetto e, soprattutto, tenere le distanze dalle piattaforme DeFi ‘’minori”.

Inoltre, come sempre, suggeriamo sempre di tenersi aggiornati, in modo da evitare perdite di grosse somme di denaro.

Approfondimenti

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x