Il calcio si interessa al mondo delle criptovalute: quali sono i motivi?

Nelle ultime settimane l’interesse del mondo del calcio italiano sembrano sempre più interessate al mondo delle criptovalute

peter glaser qWs Wa1JrKM unsplash scaled
Tempo di lettura: 5 minuti
  • Nelle ultime settimane l’interesse del mondo del calcio italiano sembrano sempre più interessate al mondo delle criptovalute
  • Il mondo del calcio ha avuto un duro impatto e delle spiacevoli conseguenze economiche dopo la pandemia Covid 19
  • Il Milan che ha annunciato una collaborazione con BitMEX
  • Anche l’Inter sta percorrendo questa strada

mondo delle criptovalute

Nelle ultime settimane l’interesse del mondo del calcio italiano, specialmente i club più prestigiosi, sembrano sempre più interessate al mondo delle criptovalute. Infatti forse non tutti sanno che squadre tra le più amate in Italia, Milan, Roma e Inter, hanno firmato contratti di sponsorizzazione con società che sono implicate con il mondo delle criptovalute.

Ad alcuni addetti ai lavori queste notizie sono sembrate strane, altri hanno storto il naso perché non conoscono o non apprezzano il mondo delle criptovalute ma in realtà la spiegazione a questo fenomeno è semplice ed ha a che fare chiaramente con l’aspetto economico.

Infatti come sappiamo bene il mondo del calcio ha avuto un duro impatto e delle spiacevoli conseguenze economiche dopo la pandemia Covid 19 e quindi ogni occasione è buona per monetizzare e recuperare da una situazione che è stata catastrofica.

Invece ci sono società che offrono servizi relativi al mondo delle criptovalute e allo scambio che hanno bisogno di farsi conoscere e hanno quindi voglia di sfruttare quella che è la cassa di risonanza del calcio che attira tante persone e tifosi.

Quindi c’è uno scambio e una convenienza reciproci ma è giusto specificare che questo non riguarda solo il calcio ma anche tanti altri sport come basket o Formula 1 e soprattutto è una cosa che succede ormai sia in Europa che al di fuori.

L’ultima notizia in merito riguarda il Milan che ha annunciato una collaborazione con BitMEX – una delle principali borse di criptovalute al mondo.  La squadra rossonera che può contare tra i dirigenti la vecchia bandiera Paolo Maldini sarà chiaramente obbligata a mostrare il logo della società di borsa nella maglia in ogni partita, a prescindere dalla competizione che disputerà.

Anche l’Inter e la Roma hanno fatto la stessa scelta della squadra rossonera: per esempio la squadra giallorossa, guidata quest’anno dal famoso allenatore Mourinho, ha deciso di legarsi con le piattaforme blockchain DigitalBits e Zytara Labs. Questo accordo di sponsorizzazione porterà nelle casse della squadra romana ben  36 milioni di euro in tre anni, oltre al fatto che ha anche una collaborazione con Socios.com, sulla cui piattaforma ha lanciato un proprio fan token e la stessa cosa l’hanno fatta anche Inter, Milan,  Barcellona, PSG e Atletico Madrid.

Quali vantaggi avranno nel futuro le squadre calcistiche continuando gli accordi con le società di criptovalute?

mondo delle criptovalute

Anche l’Inter sta percorrendo questa strada e infatti ha sostituto il suo vecchio sponsor Pirelli con Socios.com come dicevamo prima e parliamo di un’app, all’interno della quale i tifosi possono scambiare e comprare fan token.

Questi ultimi sono dei gettoni digitali che consentono a chi ne usufruisce di poter partecipare a concorsi dove si vincono premi. La società in questione e cioè Socios.com è di proprietà di Chiliz si trova a Malta e ha offerto all’Inter 20 milioni di euro.

Abbiamo messo nel piatto degli esempi che dimostrano le squadre di calcio europee, e anche società sportive importanti di altre di discipline, potranno avere tantissimi vantaggi dal punto di vista economico e monetario.

Come dicevamo le squadre calcistiche hanno visto crollare i ricavi nell’ultimo anno e mezzo di pandemia: sono mancati i soldi degli spettatori allo stadio e anche una riduzione dei fondi legati ai diritti televisivi.

Secondo uno studio fatto dalla Uefa da marzo 2020 le squadre calcistiche più importanti hanno perso circa 9 miliardi di euro: invece le società di criptovalute le stanno aiutando in tal senso perché hanno tante disponibilità economiche da investire nel marketing e negli accordi di sponsorizzazioni in genere.

Questo avviene soprattutto perché parliamo di realtà che sono all’inizio del loro percorso e hanno bisogno di farsi conoscere il più possibile e quindi lo sport è il canale perfetto. Le importanti discipline sportive sono seguite in genere da  maschi tra i 18 e i 45 anni e parliamo della stessa fascia che in genere si interessa al mondo delle criptovalute.

In questo senso le parole del  direttore operativo del ramo statunitense della borsa di criptovalute FTX, pronunciate di recente al Financial Times, sono state abbastanza chiare in merito: «Gli sport catturano l’immaginazione di miliardi di persone. Noi aspiriamo a raggiungere quei miliardi di persone»

Come abbiamo detto nel corso dell’articolo la collaborazione tra criptovalute e sport non riguarda solo il calcio: per esempio nello scorso mese di giugno FTX ha firmato un contratto di sponsorizzazione molto impegnativo dal punto di vista economico e a lungo termine con la Major League Baseball.

Questa società per dimostrare che fa le cose sul serio ha ingaggiato il noto giocatore di football americano Tom Brady come proprio ambasciatore e sua moglie, la modella Gisele Bündchen, come consulente.

Anche la Formula uno ha firmato un contratto di circa 30 milioni di dollari con Crypto.Com. Quindi sono tutte prove che la collaborazione sta funzionando e che in futuro potrà evolversi sempre di più e in maniera conveniente per entrambe le parti.

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x