Criptovalute: quelle che avranno più successo nel 2022

Tutti gli esperti che bazzicano nel mondo delle criptovalute sono concordi nell’affermare che il 2021 è stato un anno assolutamente positivo per questo settore Per quanto riguarda la DeFi possiamo dire come prima cosa  che richiede contratti intelligenti che siano funzionanti Molti esperti concordano sul fatto che la DeFi non sarebbe così efficace come lo […]

metaverse crypto
Tempo di lettura: 5 minuti
  • Tutti gli esperti che bazzicano nel mondo delle criptovalute sono concordi nell’affermare che il 2021 è stato un anno assolutamente positivo per questo settore
  • Per quanto riguarda la DeFi possiamo dire come prima cosa  che richiede contratti intelligenti che siano funzionanti
  • Molti esperti concordano sul fatto che la DeFi non sarebbe così efficace come lo è attualmente Chainlink, nel senso che non riuscirebbe a offrire negoziazione decentralizzata ma nemmeno prestiti e staking
  • I progetti più solidi che stanno supportando i progetti sul metaverso sono per fortuna veramente tanti

maxresdefault

Tutti gli esperti  che gravitano nel mondo delle criptovalute sono concordi nell’affermare che il 2021 è stato un anno assolutamente positivo per questo settore. Ma allo stesso tempo sono anche convinti che invece il 2022, che è iniziato da poco, sarà un po’ diverso Nel senso che ci sarà più selezione per chi vorrà sfruttare le tendenze blockchain più popolari.

Non è un mistero che uno dei problemi che contraddistingue questo settore è proprio la volatilità però allo stesso tempo abbiamo visto negli ultimi anni  che ha   dimostrato di poter essere innovativo e di poter offrire grandi possibilità, specialmente in quelle aree che sono in crescita.

Ecco perché chi sta studiando il fenomeno ha affermato che nel 2022 ci sarà una forte crescita di lancio nello spazio crittografico soprattutto per tre aree in particolare cioè per la finanza decentralizzata,  la DeFi,  per i token non fungibili (NFT) e per il metaverso.

Quindi dovrebbero essere questi tre progetti crittografici, che già sono ben posizionati, ad esplodere nel 2022.

Per quanto riguarda la DeFi possiamo dire come prima cosa  che richiede contratti intelligenti che siano funzionanti  e che serviranno per implementare in maniera automatica servizi finanziari come per esempio prestiti, ma anche asset staking che serviranno per fornire livelli adeguati di criptovalute popolari nonché interessi.

L’obiettivo principale sarà   quello di garantire un’offerta che sia la più ampia possibile per la chiusura dei negoziati.

Parliamo quindi di contratti intelligenti che possono essere definiti come frammenti di programmazione personalizzata che richiedono  come priorità l’esecuzione di dati nel mondo reale.

I progetti crittografici che hanno la funzione di ordinare compilare e trasferire quei dati sono  gli oracoli: tra questi il migliore e sicuramente Chainlink.

Molti esperti concordano sul fatto che la DeFi non sarebbe così efficace come lo è attualmente Chainlink, nel senso che non riuscirebbe a offrire negoziazione decentralizzata ma nemmeno prestiti e staking.

Ma come accennavamo prima non  è solo questo è il progetto che esploderà ma ce ne saranno altri due che andremo a vedere partendo dal metaverso che, come forse la maggior parte delle persone già sanno, ha anche attirato grande interesse da parte del famoso Mark Zuckerberg di Facebook.

Addirittura ha  cambiato il nome dell’azienda  così famosa che gestisce in Meta.

Criptovalute e metaverso

criptovalute metaverso 2022

I progetti più solidi che stanno supportando il progetto metaverso sono per fortuna veramente tanti ma è indiscutibile che fino a questo momento il migliore della categoria è stato The Sandbox.

Intanto vediamo qual è la definizione del metaverso: in pratica si tratta di una realtà virtuale dove gli utenti interagiscono con altri in un ambiente che viene generato da un computer.

Inoltre, attraverso l’utilizzo della tecnologia della realtà virtuale, coadiuvata da dispositivi quali computer e cuffie le persone potranno socializzare, lavorare in spazi virtuali e fare acquisti.

La cosa interessante è che questo tipo di interazione avverrà nella  destinazione on-line già quando inizia la fase di creazione: tra le destinazioni abbiamo una, che fino a questo momento è la più apprezzata e famosa, e cioè Sand.

Secondo i siti che parlano in maniera approfondita di questo settore e cioè quelli di monitoraggio delle risorse digitali in tempo reale. Sand fino a questo momento è riuscita a vendere 350 milioni di dollari di mobili virtuali alle celebrità famose e alle più grandi aziende.

Sandbox quindi rappresenta un progetto in evoluzione e, come affermato recentemente in alcune interviste il co-fondatore Sebastian Borget ha affermato che questo progetto dovrebbe unire anche gli NFT  bidimensionali, che già gli utenti in questo momento possiedono nell’ecosistema come rappresentazione 3D.

Secondo quello che dicono e suggeriscono gli esperti in questo momento la capitalizzazione di mercato di Sand arriva fino a circa 5 miliardi di dollari .

Però nel momento in cui diventerà la destinazione dell’interazione NFT nel metaverso questa capitalizzazione di mercato in teoria potrebbe moltiplicarsi addirittura  di 50 volte.

Abbiamo già accennato poco fa agli  NFT, e cioè token non fungibili, ma vogliamo solo specificare che si tratta di un insieme di informazioni digitali e che riescono a offrire caratteristiche auto terminato soggetto.

Parliamo in pratica di un token  crittografico che si associa a un media che, nel momento in cui verrà comprato, avrà una certificazione di autenticità registrata in una blockchain.

Ricordiamo infine che con un N. F. T qualsiasi e  di qualunque tipologia e cioè dalla musica, al video, alle foto, alle opere d’arte o dai testi,  può essere registrato.

Nel momento in cui si acquisterà  un N. F. T il media continuerà a circolare in rete liberamente, ma i diritti saranno proprietà dell’acquirente.

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x