Fitch e divieto criptovalute Russia: cos’è successo?

Fitch è d’accordo con il divieto criptovalute della Banca russa Nonostante tutto si avanza l’ipotesi di digitalizzare il rublo in maniera regolamentata Fitch fa capire come queste restrizioni siano state anche proposte per cercare di limitare il più possibile la concorrenza contro la CBDC in arrivo Qualche giorno fa Fitch, agenzia di Rating, ha pubblicato […]

criptovalute russia contraria le vieta completamente
Tempo di lettura: 5 minuti
  • Fitch è d’accordo con il divieto criptovalute della Banca russa
  • Nonostante tutto si avanza l’ipotesi di digitalizzare il rublo in maniera regolamentata
  • Fitch fa capire come queste restrizioni siano state anche proposte per cercare di limitare il più possibile la concorrenza contro la CBDC in arrivo

russia bitcoin 1 1140x600 1

Qualche giorno fa Fitch, agenzia di Rating, ha pubblicato una ricerca molto interessante che riguarda una proposta che ha fatto molto scalpore in Russia e che era legata al divieto delle criptovalute.

Chi ha scritto questa ricerca si è mostrato d’accordo con la posizione della banca centrale della Russia che ha spiegato come il divieto criptovalute ha come scopo quello di evitare che il sistema finanziario sia esposto a rischi e problemi.

Fitch e divieto criptovalute

Ma allo stesso tempo l’agenzia afferma che  questa proposta potrebbe frenare la diffusione di tecnologie che potrebbero migliorare la produttività.  Inoltre l’agenzia ha posto l’attenzione su un altro aspetto e cioè sul fatto che, se anche questo divieto riuscisse a rallentare la diffusione delle innovazioni prodotte dalle criptovalute (le quali riescono tra le altre cose a migliorare la velocità e la sicurezza dei pagamenti) in ogni caso potrebbe  rendere più debole nel corso del tempo il settore bancario russo rispetto ad altri paesi.

Inoltre, Fitch ha sentito la necessità di fare un commento, riguardo l’adozione di una valuta digitale della banca centrale russa, dichiarando che il rublo digitale dovrebbe riuscire ad aumentare la capacità dell’autorità di gestire e monitorare il flusso finanziario in quanto altrimenti il rischio è che essa venga messo in grave difficoltà dalla diffusione esponenziale delle transazioni crypto.

Questa ricerca fa capire come queste restrizioni siano state anche proposte per cercare di limitare il più possibile la concorrenza contro la CBDC in arrivo.

La stessa cosa è successa in India dove la legge sulle criptovalute è stata molto incerta negli ultimi periodi In quanto i politici spesso oscillano tra un divieto troppo drastico delle valute digitali e la richiesta di un significativo framework.

Molto significative sono state le dichiarazioni dell’ex presidente russo Dmitry Medvedev, relative alla proposta di divieto delle criptovalute che sono state riportate da varie emittenti locali.

L’ex presidente russo ha fatto notare come i divieti spesso sono inutili perché portano alla fine al risultato opposto a quello desiderato, ma ha anche aggiunto che comprende la posizione le ragioni delle scelte della banca centrale che devono essere rispettate.

Cos’altro c’è da sapere divieto criptovalute in Russia

fitch divieto criptovalute russia

Un annuncio di qualche giorno fa ha quindi informato  che il 18 febbraio verrà promulgato  un disegno di legge, ideato sia dalla Banca Centrale russa che dal governo, che mira a definire  le criptovalute come qui Valenti alle valute non gli asset finanziari digitali.

La conseguenza sarà in tal senso che le criptovalute potranno essere integrate nell’industria Solo a patto che consentano una identificazione che sia il più completa possibile usando o intermediari, che dovranno però essere autorizzati, o il sistema bancario.

Inoltre è stato evidenziato dagli organi di informazione che al momento le transazioni di Bitcoin ,nonché il possesso di criptovalute, non sono ancora vietati però dovranno essere  effettuate usando obbligatoriamente un organizzatore di scambio di valuta digitale cioè una banca oppure un Exchange peer to peer ,che dovrà avere una licenza rilasciata dal paese.

Inoltre il rapporto ha fatto sapere che le transazioni in crypto  equivalenti a $8000 circa, che sarebbero 600.000 lubri ,dovranno essere obbligatoriamente dichiarate perché altrimenti la transazione sarà considerata fuorilegge.

Quindi chi dovesse accettare legalmente le criptovalute come metodo di pagamento potenzialmente potrebbe ricevere delle multe molto salate. Questo annuncio comunque non ha stupito tantissimo gli addetti ai lavori perché già da mesi sono state diffuse speculazioni su come il governo russo avrebbe cercato di gestire tutta la vicenda delle valute digitali.

In ogni caso ancora non è molto chiaro come nella pratica queste nuove norme andranno a incidere in maniera significativa sulle decisioni che prenderanno sul tema i cittadini russi e le aziende.

Ma in ogni caso la buona notizia è che, anche se lentamente, la Russia sta integrando le criptovalute nel circuito tradizionale.

Conclusioni

Come dicevamo prima un po’ di tempo fa la banca di Russia aveva richiesto un divieto delle criptovalute a livello nazionale, ponendo l’attenzione su quelle che potevano essere le criticità e anche le speculazioni in tal senso. 

Inoltre la banca aveva anche proposto di non permettere alle imprese finanziarie di avere vita troppo facile con le transazioni in crypto.

In quel caso comunque la proposta ha generato una forte opposizione da parte del Ministero delle Finanze Russo.

Questa opposizione non è stata inutile perché, pochi giorni dopo l’appello della banca centrale russa, un funzionario del ministero Ivan Chebeskov ha chiesto al governo in maniera molto accesa di regolamentare finalmente le criptovalute piuttosto che proibirle,  facendo capire come il  divieto totale avrebbe sicuramente rallentato la Russia nel settore  blockchain.

Secondo alcune indiscrezioni anche il presidente Putin sosterrebbe la regolamentazione dell’attività di mining in Russia.

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x