Crypto.com e Visa. Da oggi è possibile pagare in criptovalute

Crypto.com, leader per la compravendita di criptovalute, ha annunciato l’avvio di una nuova partnership con Visa, segnando un passo avanti verso la mass-adoption.

Gemini carta di credito mastercard
Tempo di lettura: 6 minuti
  • Overview di Crypto.com
  • Funzionamento partnership con Visa Inc
  • Nozioni sui servizi e sulla blockchain di Ethereum

Crypto.com, una delle piattaforme leader del settore per la detenzione e la compravendita di criptovalute, ha recentemente annunciato che avvierà una partnership con Visa, in modo da accelerare ulteriormente l’adozione delle monete digitali non solo da parte degli investitori individuali, ma anche da parte degli enti più grandi.

Prima di scoprire ulteriori dettagli sulla collaborazione, però, vediamo brevemente come funziona Crypto.com.

Crypto.com: cosa è e come funziona

Crypto.com è una piattaforma in cui gli utenti possono comprare, vendere, scambiare e detenere criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin e più di 50 asset digitali diversi. Si tratta di un’applicazione simile a Coinbase, caratterizzata da un’interfaccia decisamente semplice e intuitiva, adatta anche ai meno esperti. Inoltre, è possibile monitorare anche l’andamento degli asset appartenenti al mondo DeFi.

crypto.com visa criptovalute

Tuttavia, ciò che la differenzia da semplici exchange come Coinbase, è la presenza di token nativi che prendono il nome di MCO e CRO, di cui l’ultima ha visto un rialzo di oltre il 50% nell’ultimo mese, passando dai 0,12€ ai 0,18€. Inoltre, è da tempo presente la possibilità di richiedere una carta di credito per pagare nei negozi fisici o per ritirare dagli ATM. Ancora, chi detiene la carta di Crypto.com può accedere a servizi molto convenienti come quello del cashback, che prevede un ritorno sulle spese dall’1% all’8%.

Sono anche presenti sconti esclusivi su viaggi, abbonamenti come Spotify o Netflix, e molto altro. Per scoprire tutti i vantaggi della carta, è possibile consultare le FAQ direttamente da Crypto.com.

Crypto.com e la partnership con Visa

Già nella giornata del 18 marzo 2021, Crypto.com aveva annunciato l’avvio di una nuova partnership con Visa Inc, servizio di carte di credito e debito che conta oltre 21.000 istituzioni finanziare in tutto il mondo. Ovviamente, l’avvio di una tale collaborazione mira a promuovere l’adozione delle criptovalute espandendo al contempo l’adozione della Visa Card Crypto.com.

Attualmente è disponibile negli USA, in Canada e in oltre 31 paesi europei compresa l’Italia, con l’unico obiettivo di espandersi in tutto il mondo. Con l’approvazione di Visa, Crypto.com lancerà le nuove carte di credito in Australia per poi arrivare anche nei Paesi europei, consentendo agli utilizzatori di spendere il proprio denaro senza la necessità di avere il prodotto fisico a portata di mano.

crypto.com visa criptovalute

Inoltre, è prevista la presenza del programma “Spending Power”, che ricorda un po’ le attività di prestito bancario. I possessori della carta, infatti, potranno utilizzare le proprie criptovalute come garanzia per un eventuale prestito di denaro, che gli consentirà di effettuare spese importanti senza dover ritirare gli asset dal portafoglio.

La differenza con un prestito bancario? Sicuramente è l’ammontare dei tassi di interesse, decisamente più bassi rispetto a quelli richiesti da una banca. In questo modo, inoltre, si rende più facile l’accesso anche a coloro che non dispongono di ingenti somme di denaro.

Tra l’altro, come affermato da Kris Marszalek, Co-founder e CEO di Crypto.com,

“firmare la partnership globale con Visa e diventare un socio privilegiato con il leader mondiale nei pagamenti digitali afferma il nostro impegno ad accelerare la transizione del mondo alle criptovalute”.

Come funzioneranno i servizi?

Nella giornata di lunedì 29 marzo 2021, Visa Inc ha annunciato che i servizi di pagamento tramite Crypto.com saranno disponibili a tutti gli utilizzatori. La peculiarità della partnership sta principalmente nel fatto che verrà utilizzata la criptovaluta USD Coin (USDC) piuttosto che il denaro FIAT. Ciò sarà utile a verificare e regolamentare ogni transazione sulle reti di pagamento.

A differenza di alcuni servizi che promuovono l’adozione delle criptovalute come PayPal, gli asset digitali gireranno sulla rete di USDC. L’USDC non è altro che una stablecoin il cui valore segue quello del dollaro americano. In questo modo, si diminuiscono ancor di più le commissioni, mantenendo comunque il denaro sotto forma di moneta digitale.

crypto.com visa criptovalute usdcoin

L’avvio di questa collaborazione, ovviamente, è stato fatto in vista di una domanda in forte crescita da parte dell’utente medio. Recentemente, infatti, si è assistito all’adozione dei pagamenti in Bitcoin da parte di Tesla Inc, e da possibili investimenti nel mondo delle criptovalute da parte di enti finanziari come BNY Mellon, BlackRock Inc e Mastercard Inc, che preannunciano la presenza di asset digitali nei loro portfolio.

Il rappresentante delle criptovalute per Visa, Cuy Sheffield, infatti, ha detto che la crescente domanda da parte dei consumatori di tutto il mondo rappresenta un’opportunità per le società che vogliono promuovere le criptovalute. Rendendo l’accesso più semplice all’utente medio, d’altronde, è possibile accaparrarsi un gran numero di clienti.

Che blockchain utilizzerà Visa?

Nel caso degli enti finanziari tradizionali, abbiamo spesso visto l’utilizzo di blockchain come quella di Bitcoin. La peculiarità della partnership di Crypto.com e Visa, però, sta nel fatto che tutti i pagamenti gireranno su rete Ethereum, decisamente più veloce e aggiornata rispetto a quella del colosso delle criptovalute.

crypto.com visa criptovalute

Come detto sopra, infatti, le cripto vengono solitamente convertite in denaro FIAT durante un pagamento con carta di credito. In questo caso, invece, il processo di conversione viene annullato grazie alla blockchain di Ethereum. Infatti, gli USDC verranno inviati direttamente all’indirizzo Ethereum di colui che deve ricevere il denaro, proprio come è avvenuto in un test effettuato da Visa e Crypto.com con la banca digitale Anchorage.

Non a caso, ETH ha recentemente visto un rialzo che lo ha riportato sulla soglia dei 1800$, rendendolo un potenziale concorrente di Bitcoin per il mercato del 2021.

Conclusioni

Se le criptovalute stanno riscuotendo un grande successo tra gli utenti che vogliono trovare nuove soluzioni per i propri investimenti, società come Visa, PayPal e Tesla stanno recentemente provando che si tratta di strumenti di interesse mondiale.

Essendo asset molto volatili e utilizzabili nella vita quotidiana, infatti, le monete digitali vedono un rialzo esponenziale giorno dopo giorno.

Venendo adottate da enti di questo calibro, inoltre, il loro valore potrebbe crescere a dismisura.

Proprio per questo motivo, tenersi aggiornati può fare la differenza, soprattutto in un periodo di trend rialzista come questo.

Approfondimenti

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x