Coinbase diventa Operatore di Valuta Virtuale

Coinbase ha ottenuto la licenza per operare in Italia come operatore di valuta virtuale L’obiettivo della piattaforma è quello di aumentare la libertà economica nel mondo A causa del mercato delle crypto in ribasso la società ha annunciato un taglio dei dipendenti Il famoso exchange statunitense Coinbase ha ottenuto la licenza in Italia come Operatore in […]

Coinbase diventa Operatore di Valuta Virtuale
Tempo di lettura: 4 minuti
  • Coinbase ha ottenuto la licenza per operare in Italia come operatore di valuta virtuale
  • L’obiettivo della piattaforma è quello di aumentare la libertà economica nel mondo
  • A causa del mercato delle crypto in ribasso la società ha annunciato un taglio dei dipendenti

Il famoso exchange statunitense Coinbase ha ottenuto la licenza in Italia come Operatore in Valuta Virtuale presso l’Organismo Agenti e Mediatori (OAM).

L’approvazione della normativa, avvenuta in data 5 luglio 2022, consente alla piattaforma di offrire servizi crypto in Italia in maniera ufficiale. La notizia è stata pubblicata dall’azienda sul proprio blog.

L’annuncio dell’inclusione nel registro OAM è giunto a distanza di poco più di un mese da quello del concorrente Binance. La piattaforma ha infatti ottenuto ricevuto l’approvazione dell’OAM in Italia a maggio 2022, diventando anch’essa un Operatore in Valuta Virtuale.

L’obiettivo di Coinbase è accrescere nel mondo la libertà economica

A commentare il traguardo di Coinbase su sito dell’azienda è intervenuto un dirigente, che ha sottolineato come l’approvazione di questa normativa dimostra l’esistenza di una sinergica collaborazione con le autorità di regolamentazione finanziarie italiane e che il rapporto di lavoro è molto positivo. Scopriamo di più sui progetti che Coinbase ha verso il mercato italiano.

Anche Nana Murugesan, Vice President, International and Business Development di Coinbase, ha espresso parole di compiacimento per questo obiettivo raggiunto dall’Exchange statunitense, aggiungendo che l’azienda sarà ben lieta di offrire nel nostro Paese i propri servizi.

Come ha sottolineato la Vice President, L’Exchange lancerà anche nuovi prodotti per assecondare le esigenze della clientela, garantendo la massima sicurezza e affidabilità nelle operazioni.

La mission perseguita dall’Exchange statunitense è quella di aumentare in tutto il mondo la libertà economica, per questo intrattenere rapporti costruttivi con le autorità di regolamentazione è fondamentale.

Questo criterio viene perseguito in ogni giurisdizione in cui opera Coinbase e decreta il successo nelle relazioni con gli enti regolatori. L’aver ottenuto l’approvazione normativa in Italia significa molto per una piattaforma online tramite la quale si possono acquistare, vendere e conservare criptovalute.

Oltre che essere motivo di soddisfazione per aver collaborato positivamente con le autorità italiane che si occupano delle regolamentazioni finanziarie, l’approvazione come operatore di valuta virtuale ne accresce l’affidabilità e le competenze.

La piattaforma sta registrando una crescita costante in Europa e in altre parti del mondo, e consolidare le relazioni normative darà maggiori garanzie a chi vuole fruire dei suoi prodotti attraverso la criptoeconomia.

Dove opera Coinbase: progetti per il futuro

Creato a San Francisco nel 2012, Coinbase è fra gli Exchange più famosi in assoluto e consente a venditori e consumatori di effettuare transazioni con le criptovalute. La sua ascesa è stata costante e nel 2021 la società si è quotata al Nasdaq, siglando il suo ingresso nella finanza di Wall Street come primo Exchange di criptovalute a farlo.

Coinbase opera in circa 40 nazioni europee mediante hub ubicati in Irlanda, nel Regno Unito e in Germania e sta portando avanti un programma di espansione in Europa.

Tuttavia, a causa del mercato in ribasso nel settore delle criptovalute, di recente ha anche annunciato licenziamenti per quasi il 20% del personale. La stessa cosa hanno fatto altre società crypto, fra queste anche OpenSea e Gemini, che hanno scelto di ridurre il numero dei dipendenti.

Conclusioni

La nomina di Coinbase come Operatore Virtuale in Italia è un ulteriore passo avanti verso la regolamentazione di un mercato che, negli ultimi tempi, sta subendo ribassi su ribassi e critiche da ogni dove. Ormai si pensa che tutto ciò che concerne questo settore sia soltanto una bolla finanziaria, quando in realtà sono sempre di più gli enti e le società che riconoscono cripto e blockchain come un qualcosa di innovativo.

L’importante, ovviamente, è usare questi strumenti nel modo giusto, senza scambiarli per una scommessa o per un qualcosa che possa far diventare ricchi nel giro di qualche ora. D’altronde, la formula per la ricchezza non esiste, in quanto qui si parla di pura tecnologia legata al mondo della finanza, che è destinato ad evolversi.

Approfondimenti

Bibliografia

 

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x