Chainlink. Lancio del Community Grant Program

Chainlink mira ad ottenere l’interoperabilità tra varie blockchain. Di recente, la società ha avviato il Chainlink Community Grant Program, un progetto volto a finanziare i team di sviluppatori e ricercatori.

chainlink
Tempo di lettura: 6 minuti
  • Introduzione alla tecnologia Chainlink
  • In cosa consiste il Community Grant Program
  • Funzionamento del nuovo progetto

Chi conosce bene il mondo delle criptovalute, sa bene quanto sia ambizioso un progetto come quello di Chainlink. L’obiettivo principale della società, infatti, non è semplicemente quello di offrire un asset decentralizzato che sfrutti la tecnologia blockchain, ma quello di unire le varie reti l’una con l’altra, sfruttando il concetto di interoperabilità.

A tal proposito, la società ha introdotto il Chainlink Community Grant Program, tramite il quale punta ad offrire risorse finanziare e strumenti essenziali agli sviluppatori.

Chainlink in breve

Prima di addentrarci all’interno del Community Grant Program, è giusto fornirvi un quadro generale del concetto che c’è dietro a Chainlink e al relativo asset LINK.

Innanzitutto, il nome per esteso della società ideatrice del progetto è SmartContract Chainlink Limited SEZC, la cui sede si trova presso le Isole Cayman. Il CEO è Sergey Nazarov, che dopo aver lavorato per FirstMark Capital ha deciso di lasciare tutto per dedicarsi al settore delle criptovalute nel 2011.

La vision aziendale è che, per costruire uno Smart-Contract, si necessita del giusto quantitativo di input e output per massimizzare le prestazioni generali del contratto. Chainlink, appunto, mira a far raggiungere al contratto la piena efficienza sfruttando tutto il suo potenziale.

chainlink

Attenzione però, perché Chainlink non è il nome dell’asset, ma il nome della tecnologia blockchain sviluppata dalla società. Il token nativo dell’azienda, infatti, è chiamato LINK, che prende spunto dal concetto di collegare tra di loro (linkare) le varie blockchain.

La differenza sostanziale tra un asset come Bitcoin e un asset come LINK, appunto, sta nel fatto che il primo opera in maniera totalmente indipendente e decentralizzata, mentre il secondo consente di operare su diverse blockchain contemporaneamente. Il vantaggio? Tramite l’interoperabilità, sia gli sviluppatori che gli utenti possono avere accesso a molteplici funzioni aggiuntive che non sarebbero fruibili se si utilizzasse una sola rete.

Inoltre, ciò contribuisce a migliorare ulteriormente la sicurezza delle reti.

Chainlink Community Grant Program

L’obiettivo del nuovo programma messo in atto da Chainlink è quello di fornire risorse finanziare a tutti i team di sviluppatori che, insieme ai ricercatori che vogliono partecipare al progetto, avranno la possibilità di costruire una rete molto più funzionale ed accessibile.

Inoltre, verranno creati strumenti essenziali per l’integrazione di nuove tecnologie e nuove blockchain, in cui potranno essere aggiunti dati di qualità e servizi aggiuntivi per rendere la rete più semplice, efficiente e sicura.

“Siamo entusiasti di annunciare che ci stiamo espandendo su quegli obiettivi inizialmente stabiliti, lanciando una nuova categoria di finanziamenti incentrati sulla creazione di impatto sociale attraverso l’uso di contratti intelligenti universalmente connessi. Stiamo accogliendo richieste di candidature da parte di startup di successo, organizzazioni non governative e non-profit che cercano di costruire e applicare contratti intelligenti universalmente connessi in modo da migliorare la vita dei cittadini comuni e delle comunità locali in tutto il mondo.”

L’obiettivo principale di Chainlink, come è possibile vedere sul loro sito ufficiale, è quello di creare un mondo economicamente equo, in cui ognuno possa utilizzare al meglio i servizi offerti senza nessuna disparità dal punto di vista finanziario. È proprio questo il motivo per cui, soprattutto negli ultimi tempi, la società dietro al progetto si sta mobilitando per offrire a tutti la possibilità di partecipare ai loro programmi di sviluppo.

Il target, come detto sopra, sono in particolare quei team e quelle organizzazioni che, giorno dopo giorno, si impegnano nella ricerca per lo sviluppo di nuove tecnologie legate alla blockchain, agli Smart-Contract e agli Oracle per migliorare la vita del cittadino medio.

Tramite la tecnologia di Chainlink, infatti, sarebbe possibile unire il mondo della blockchain con gli strumenti del mondo reale. Un esempio banale potrebbe essere quello di far girare piattaforme utilizzate da tutti, come Paypal, sulla blockchain di Ethereum.

Inoltre, è importante sottolineare come la nuova iniziativa segua numerosi programmi di impatto sociale già finanziati dal Chainlink Grant Program, tra cui il sostegno all’UNESCO per accelerare l’istruzione e lo sviluppo della blockchain in tutto il mondo.

Come funzionerà il programma?

Dato che l’uso della rete di Chainlink sta crescendo in maniera esponenziale, il Community Grant Program mira ad “accelerare l’adozione degli Smart-Contract fino a farli diventare la forma dominante di consenso digitale”.

chainlink

Per farlo, la società opererà secondo 3 passaggi fondamentali:

  • Accelerare il ciclo dei dati On-Chain: la crescita della quantità di dati convalidati dall’Oracle farà aumentare esponenzialmente il numero di applicazioni aggiuntive che possono essere implementate negli Smart-Contract. Inoltre, il tempo richiesto per inserirle sarà ridotto al minimo.
  • Accelerare il ciclo di sicurezza della rete Oracle: è opportuno aumentare il livello di sicurezza degli Smart-Contract e dell’Oracle, in modo da poter gestire miliardi di dollari detenuti sia dagli utenti che dalle compagnie.
  • Accelerare i cicli di dati e sicurezza con il Chainlink Community Grants Program: tramite il nuovo progetto, Chainlink sosterrà economicamente i team di sviluppo e ricerca volti alla creazione di strumenti e servizi aggiuntivi che saranno utilizzati da tutti coloro che interagiscono con la rete.

Per informazioni più dettagliate circa il progetto, è possibile consultare questa pagina. Inoltre, se pensate di essere adatti per partecipare al programma, potrete farlo compilando questo form. Se, invece, volete dare un’occhiata ad altri progetti sviluppati da Chainlink, potrete farlo da qui.

Conclusioni

Il mondo della blockchain e delle criptovalute non finisce mai di stupire.

Sempre più progetti prendono vita, e sempre più società si impegnano per rendere questo settore accessibile a tutti.

Chainlink, col suo Community Grant Program, sembra voler dare una svolta mirando allo sviluppo dell’interoperabilità tra le varie blockchain, trasformando questa tecnologia in uno strumento da utilizzare tutti i giorni nella vita reale.

Com’è facile intuire, fare delle previsioni sul suo esito è quasi impossibile, anche se ha tutte le carte in regola per diventare uno tra i progetti più importanti del momento.

Il consiglio, ovviamente, è quello di tenersi costantemente aggiornati.

Approfondimenti

Bibliografia

Scritto da
Contributore
Laureato in lingue per la comunicazione interculturale e d'impresa, mi sono avvicinato da circa 6 mesi al mondo delle criptovalute, e me ne sono praticamente innamorato. Nella vita faccio il content writer come freelance, ma mi piace tenermi aggiornato sulle notizie relative al mercato della blockchain e faccio qualche micro-investimento. In più, sfrutto la potenzialità di alcune piattaforme di mining, faucet e wallet virtuali.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x