Uniswap guida all’uso

Uniswap è un DEX, ovvero un exchange decentralizzato, su cui è possibile scambiare tokens sulla blockchain di Ethereum. Lanciato il 2 novembre 2018 dallo sviluppatore Hayden Adams, ispirato da un’idea di Vitalik Buterin, ad oggi, Uniswap è l’exchange decentralizzato più utilizzato al mondo. Essenzialmente, Uniswap è un protocollo open-source, che permette lo scambio decentralizzato di tokens ERC-20.

Uniswap 770x515 1
Tempo di lettura: 4 minuti

Accesso al sito

Per utilizzare Uniswap basterà collegarsi al sito ufficiale https://uniswap.org/.

Fare attenzione a connettersi al sito ufficiale e non a siti malevoli.

Accesso ad uniswap.org

Panoramica generale

Rispetto agli exchange centralizzati, Uniswap si differenzia in alcuni aspetti fondamentali.

Per fare gli scambi tra i vari tokens, non esiste il classico order book, ma un meccanismo innovativo conosciuto come Automated Market Maker ( AMM ) per regolare automaticamente le transazioni vicino al prezzo di mercato.

In questo modo Uniswap riesce ad unire coloro che forniscono liquidità al sistema ( liquidity providers ) con coloro che vogliono scambiare i vari tokens.

Uno dei vantaggi nell’utilizzare un protocollo decentralizzato è il fatto che i fondi restano in nostro possesso, nel wallet di cui possediamo le chiavi private.

Inoltre accedendo ad Uniswap con il nostro wallet, non vi è il bisogno di creare un proprio account ed effettuare la verifica dell’identità ( KYC ).

Uniswap offre un’interfaccia grafica semplice ed intuitiva.

Le transazioni vengono eseguite peer-to-peer all’interno di un vero e proprio mercato finanziario aperto ed accessibile a tutti.

Primo Swap

Per iniziare ad utilizzare Uniswap, occorre lanciare l’applicazione decentralizzata ( Dapp ) cliccando su Launch App.

Successivamente, bisognerà connettere un proprio wallet.

Il più diffuso in ambito DeFi è Metamask, ma sono presenti anche altre opzioni come WalletConnect, Coinbase Wallet, Portis e Fortmatic.

Una volta connesso il proprio wallet, sarà possibile scegliere i due assets da scambiare.

Inserire i relativi importi dei tokens che si desiderano scambiare.

Cliccare su Swap e dare conferma della transazione, pagando le gas fees su Metamask.

Aspettare che la transazione venga confermata.

È possibile controllare lo stato della transazione su qualsiasi ethereum block explorer, come ad esempio Etherscan.

Per pagare meno fees, occorre prima controllare lo stato delle fees sul sito https://ethgasstation.info.

Primo Swap

Liquidity Mining

Dopo il lancio del token UNI, dal 18 settembre 2020, parte della distribuzione del token è avvenuta attraverso un programma di liquidity mining.

Ciò significa che i liquidity providers che hanno fornito liquidità alle seguenti pools, ETH/USDT, ETH/USDC, ETH/DAI ed ETH/WBTC, oltre ad aver ricevuto lo 0.3% delle fees dagli scambi, hanno ricevuto anche il token UNI.

Il programma di liquidity mining del token UNI si è concluso il 17 novembre 2020.

Liquidity Provider

Chiunque può diventare un liquidity provider fornendo liquidità nelle cosiddette liquidity pools e guadagnare una percentuale derivante dalle commissioni di scambio, a seconda di quanta liquidità si è fornita.

I liquidity providers, depositando il valore equivalente di due assets, questi creano un mercato, ovvero le cosiddette liquidity pools.

In cambio, ricevono lo 0.3% delle commissioni derivanti dagli scambi a seconda di quanta liquidità hanno fornito all’interna della pool.

Per fornire liquidità su Uniswap bisogna cliccare sulla sezione Riserva, e successivamente cliccare su Add Liquidity.

Scegliere i due assets da depositare ed inserire il valore equivalente. Infine cliccare su Supply per fornire liquidità.

Add Liquidity

Token UNI

Il token UNI è stato introdotto il 16 settembre 2020 ed è stato distribuito a tutti coloro che hanno utilizzato il protocollo prima dell’1 settembre.

Sono stati distribuiti 400 UNI ad ogni persona che ha effettuato anche solo uno scambio, per un totale di 150 milioni di UNI, ossia il 15% di tutta la token supply.

La total supply di UNI è di 1 miliardo. Il 60% dei token UNI sarà distribuito alla community, mentre il 40% rimarrà disponibile ai membri del team ed agli investitori.

UNI è un token di governance che serve per decidere i cambiamenti che avverranno sul protocollo e votare sulle nuove proposte e nuove implementazioni.

In futuro, detenendo il token UNI si riceveranno parte delle fees derivanti dagli scambi.

Votazione e strumenti

Per partecipare alla governance ed alle discussioni sul protocollo, occorre creare un account sul sito: https://gov.uniswap.org/.

Per valutare le proposte in corso, bisogna andare nella sezione Vote.

Detenendo il token UNI è possibile votare riguardo una decisione. È possibile anche delegare il proprio voto ad una terza parte.

Per presentare una proposta bisogna raggiungere almeno la soglia del 1% della Supply, mentre per la sua approvazione è previsto un quorum del 4%.

Ad oggi, sono già avvenute due votazioni.

Votazioni proposte

Conclusione

Uniswap è una delle idee più innovative e geniali per quanto riguarda l’ecosistema DeFi.

Offre ad ognuno la possibilità di scambiare tokens senza intermediari, in maniera decentralizzata.

Inoltre, con l’arrivo di Ethereum 2.0 e col rilascio della versione 3 di Uniswap, scalabilità, efficienza e user experience potranno solo migliorare.

Approfondimenti

https://theledger.it/approfondimenti/focus-dex-uniswap/

https://theledger.it/approfondimenti/uniswap-il-nuovo-standard-degli-exchange-grazie-alla-defi/

Sitografia

https://uniswap.org/

https://academy.binance.com/en/articles/what-is-uniswap-and-how-does-it-work

https://metamask.io/

Scritto da
Contributore
Articolista nel mondo delle criptovalute. Appassionato di Bitcoin e DeFi, il mio obiettivo è far conoscere questo settore a più persone possibili.

Condividi l'articolo

Articoli correlati