Mac OS X  2¢ÔATTRÔ˜<˜<com.apple.quarantineq/0083;63724050;Safari;F43E3F20-C3F5-42A4-A263-6DA0C2BBBDFA
Notice: Function WP_Scripts::localize was called incorrectly. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /var/www/theledger/wp-includes/functions.php on line 5835
Arbitrum, che cos'è? La guida completa | Theledger

Arbitrum, che cos’è? La guida completa

Cos'è Arbitrum? Un protocollo? Un ponte? Un token? Niente di tutto ciò. Arbitrum è uno strumento essenziale per risolvere alcune lacune sugli smart contract di Ethereum. Ciò rende tutto più scalabile e performante.

arbitrum DeFi
Tempo di lettura: 8 minuti
  • Il 31 agosto 2021 Offchain Labs, che è una società appunto dietro Arbitrum, ha annunciato ufficialmente il lancio  del mainnet Arbitrum One
  • E’ stato costruito per affrontare delle carenze che ci sono negli attuali contratti intelligenti, quindi Smart Contract, che sono basati su Ethereum
  • Utilizza una tecnica famosa come Roll Up  che serve per registrare badge di transazioni inviate sulla catena principale di Ethereum
  • La soluzione si caratterizza, a differenza di altre soluzioni del livello 2, per il fatto di non avere un suo proprio token

Arbitrum guida

Arbitrum: cosa è?

Sappiamo che negli ultimi anni Ethereum è stata una piattaforma assolutamente efficace e che ha coinvolto tante persone, grazie al fatto che è riuscita a sviluppare delle applicazioni decentralizzate, chiamate anche DAPP.

Negli ultimi anni però qualcosa è andato un po’ storto, nel senso che molti si sono lamentati per commissioni troppo alte, mentre alcuni esperti credono che il modo migliore per lavorare con Ethereum sia  attraverso delle modifiche on chain:altri ancora ritengono che sia meglio andare a cercare nuovi percorsi definiti istruzioni di secondo livello.

Ovviamente ognuna è diversa dall’altra dal punto di vista della forma e anche delle funzionalità ma  ce n’è una in particolare, e cioè Arbitrum, che ha iniziato a raccogliere tanti consensi.

Il 31 agosto 2021 Offchain Labs, che è una società appunto dietro Arbitrum, ha annunciato ufficialmente il lancio  della mainnet Arbitrum One. Questa cosa ha suscitato l’ interesse di  tanti servizi di Finanza decentralizzata noti come Defi,  i quali hanno cercato di utilizzare le strutture Arbitrum per ridurre le commissioni preparate per i propri utenti.

Alcune di queste che  vogliamo nominare sono Balancer, Uniswap, sushiswap  e altre.

In pratica ha annunciato di aver raccolto 120 milioni di dollari grazie a un finanziamento guidato dal Lightspeed ventures Partners, la quale ha fruttato alla società 1,2 miliardi di dollari.

Ma gli investimenti fatti da Offchain Labs non finiscono qui, ma includono anche altri partner prestigiosi come Block Nation, Compound, Pantera.

Una soluzione di livello 2 unica

Arbitrum

Quando si parla di Arbitrum ci si riferisce a una soluzione di livello 2, che è stata progettata con lo scopo di andare a incrementare notevolmente le capacità dei contratti intelligenti: allo stesso tempo l’obiettivo è quello di aumentare la loro scalabilità e velocità, andando anche aggiungere funzionalità di privacy 

Questa piattaforma è stata progettata per consentire agli sviluppatori di eseguire in maniera abbastanza semplice contratti EVM, The Room Virtual machine, che non siano modificati e anche transazioni The Room di secondo livello, andando comunque a beneficiare dell’ eccellente sicurezza di livello 1 di Ethereum

Quindi in definitiva Arbitrum  è stato costruito per affrontare delle carenze che ci sono negli attuali contratti intelligenti, quindi Smart Contract, che sono basati su Ethereum, che si caratterizzano purtroppo per transazioni  troppo esagerate e per un’efficienza non del tutto soddisfacente.

Questi sono due elementi che hanno reso l’esperienza degli utenti abbastanza difficoltose e hanno reso  le transazioni  delle attività troppo costose.

Arbitrum utilizza una tecnica famosa come Roll Up  che serve per registrare badge di transazioni inviate sulla catena principale di Ethereum.

Inoltre queste trattazioni vengono eseguite su una sidechain di livello 2 che si dimostra che è sia  scalabile che  economica e che sfrutta Ethereum con lo scopo di garantire dei risultati che siano stabili e corretti.

Questo tipo di processo sarà molto utile per scaricare tutto il carico computazionale o quantomeno la maggior parte, oltre all’archiviazione: al contempo consente nuove classi di potenti DApp basate sul layer 2.

La società di sviluppo con sede a New York Offchain Labs  in questo momento è impegnata a costruire una serie di soluzioni di ridimensionamento nell’unica Suite, oltre appunto al fatto che sta implementando il prodotto Arbitrum.

L’iniziativa è gestita da due persone autorevoli e cioè i co-fondatori di Official labs e cioè Steven goldfeder, Ed felten and Harry kaldner. Parliamo di 3 persone che si caratterizzano per essere esperti di blockchain e che condividono la passione delle criptovalute, con  lo scopo di renderle sempre più efficaci.

Come funziona?

Ci si basa su un tipo di tecnologia che viene denominata rollup ottimistico e che consente ai contratti intelligenti di Ethereum  di scalare passando messaggi tra i contatti intelligenti sia sulla catena di secondo livello di Arbitrum, che su quella principale di Ethereum.

L’elaborazione delle transazioni, o almeno la maggior parte di esse, viene completata sul secondo livello :i risultati verranno archiviati nella catena principale, andando a migliorare in maniera significativa sia l’efficienza che la velocità.

Arbitrum  viene considerato ottimista in quanto qualsiasi validatore riesce a pubblicare un blocco di rollup confermando al contempo la validità di altri blocchi.

Il protocollo sarà in grado di assicurare il funzionamento del codice fino al momento in cui ogni validatore è corretto:allo stesso tempo riuscirà  ad aiutare la rete a resistere alla collisione e anche ad altre forme di attacco.

Ricordiamo inoltre che molti esperti sostengono che le versioni future di Arbitrum avranno due modalità aggiuntive e cioè canali side chain and Trust. Altra cosa rilevante è che i singoli nodi potranno scegliere di partecipare alla catena Arbitrum : la stessa cosa  vale anche per le  altre blockchain.

Non dimentichiamo che i nodi di convalida sono coinvolti quando bisogna osservare lo stato della Catena mentre i nodi completi aiutano ad aggregare le transazioni di livello 1. Inoltre gli aggregatori che inviano transazioni alla catena di livello 1 guadagneranno premi pagati in ETH invece il resto delle commissioni di  transazione verrà distribuito agli  utenti della rete come per esempio i validatori.

Arbitrum  ha deciso di introdurre una fase di sfida per i blocchi di Rollup che vedrà anche la partecipazione di altri validatori che andranno a controllare la correttezza del blocco: se ritengono che sia sbagliato lanceranno una sfida.

Ciò significa che se si dimostra che il blocco non è corretto o una sfida si dimostra ingiustificata, al validatore bugiardo sarà confiscato una puntata: allo stesso tempo sarà garantita la prosecuzione del gioco a  patto che validatori giochino sempre in modo corretto.

Cos’altro c’è da sapere

Arbitrum

Lo strumento possiede anche una macchina  personalizzata che si chiama Arbitrum Virtual Machine(VM):essa rappresenta anche quello che è l’ambiente in esecuzione per i contatti intelligenti Arbitrum.

Inoltre i contratti intelligenti compatibili con Ethereum verranno prodotti automaticamente per essere eseguiti 

Quello che rende unico Arbitrum è legato al fatto che si tratta di un progetto con uno scopo ben preciso e nobile cioè  quello di fornire una piattaforma di facile utilizzo per gli sviluppatori, che dovranno utilizzare successivamente,  per andare a lanciare contratti intelligenti che siano scalabili efficienti e  che siano compatibili con Ethereum.

Ma questa non è la prima piattaforma che vuole superare i limiti di Ethereum  in quanto ci sono altre soluzioni che cercano di offrire delle funzionalità simili. Una delle caratteristiche per le quali Arbitrum è considerato affidabile è il fatto che è uno dei roll-up più compatibili con EVM, soprattutto  a livello di bytecode.

Una cosa molto importante e positiva è che in questo modo lo sviluppo verrà semplificato in quanto gli sviluppatori non avranno bisogno di fare i conti  con nessun linguaggio prima di costruire su Arbitrum.

Arbitrum  risulta essere sempre in evoluzione soprattutto grazie al Team che lavora all’interno che sta facendo il possibile per ridurre al minimo le barriere all’ingresso, quando si tratta di costruire una soluzione personalizzata di livello 2.

Quindi il team  ha prodotto la documentazione completa che vale sia per gli sviluppatori per Arbitrum e sia per quelli che possono utilizzare gli strumenti esistenti per Ethereum.

Inoltre non sarà necessario scaricare nulla di specifico per Arbitrum  come per esempio i  plugin. Altra cosa importante da segnalare sono  le commissioni basse in quanto ricordiamo che Arbitrum, essendo una soluzione di scalabilità di livello 2 Ethereum, non è stato solo ideato per aumentare il  throughput transazionale di Ethereum, ma anche per ridurre allo stesso tempo le spese di transazione.

Per fortuna grazie alla sua tecnologia di roll-up molto efficiente riesce a ridurre le commissioni fino a una piccola frazione di quelle che sono su Ethereum. Inoltre fornisce incentivi sufficienti per i validatori.

Arbitrum  ormai è abbastanza lanciato e nello scorso autunno ha eseguito diversi testnet ed è realmente attivo su Minecraft per gli sviluppatori.

Arbitrum  si caratterizza, inoltre a differenza di altre soluzioni del livello 2, per il fatto di non avere un suo proprio token.

Ricordiamo che tutti gli sviluppatori interessati avranno il tempo di mettersi in funzione prima che arbitrum diventi una cosa troppo legata alle masse. Anche perché ultimamente si è impegnata ad offrire a tutti i team di sviluppo che ormai sono circa 250 o più.

Comunque non sappiamo come si evolverà Arbitrum, ma quello che sappiamo è che si sta sempre di più allargando e non è un caso che sta già  lavorando con un’ampia varietà di DApp Ethereum e progetti infrastrutturali originali.

Per approfondire:

Bibliografia:

Scritto da
Contributore
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi l'articolo

Articoli correlati
0
Would love your thoughts, please comment.x