Cinque motivi per essere ottimisti su Ethereum

Ethereum 2.0
  • Passaggio ad Ethereum 2.0 e miglioramento EIP-1559
  • La crescita della DeFi
  • NFT e tokenizzazione
  • Adozione istituzionale grazie a Baseline Protocol
  • Network effect

Ethereum è la seconda criptovaluta più importante per capitalizzazione di mercato.

A differenza di Bitcoin, che è un network per lo scambio di valore, Ethereum è una piattaforma globale programmabile, su cui possono essere eseguite applicazioni decentralizzate ( DApps ) di vario genere.

Ad oggi, Ethereum è la blockchain programmabile più utilizzata al mondo.

Ethereum 2.0 ed EIP-1559 

La fase 0 di Ethereum 2.0 è ormai vicinissima. Essa partirà entro fine 2020 con l’introduzione dello staking.

Chiunque possieda almeno 32 ether potrà diventare un validatore della Beacon Chain, ovvero la nuova blockchain parallela, depositando i suoi ether sul contratto di deposito ( Deposit Contract ).

Ogni validatore potrà processare le transazioni, creare nuovi blocchi e guadagnare degli interessi per aver messo in sicurezza la rete.

Ciò comporterà una minore quantità di ether in circolazione. In seguito avremo la fase 1: essa introdurrà gli shard, ovvero piccole blockchain parallele, ognuna con un proprio compito specifico.

Tutti i vari shard verranno gestiti dalla Beacon Chain, la quale dovrà assicurarsi che ogni shard abbia i dati più aggiornati possibili.

Essa potrà farlo con l’aiuto dei validatori, che comunicheranno lo stato di ogni shard alla Beacon Chain.

Successivamente assisteremo alla fase 1.5, in cui la mainnet diventerà un vero e proprio shard e di conseguenza con il passaggio alla Proof of Stake, la nuova offerta di ether calerà drasticamente.

Questo porterebbe Ethereum ad avere un’inflazione negativa

Infine, avremo la fase 2, in cui ogni shard diventerà una piccola blockchain funzionante a tutti gli effetti. Ipotizzando di avere 64 shard in totale, la scalabilità di Ethereum aumenterà di 64 volte.

Inoltre esistono soluzioni come i cosiddetti layer 2, che andrebbero a incrementare la scalabilità di Ethereum di circa 100 volte.

Loopring, Matic Network, xDai, OMG Network, Optimism sono solo alcuni dei tantissimi progetti che lavorano per aumentare il numero di transazioni al secondo ( TPS ) di Ethereum.

Ad esempio, progetti come Uniswap, Synthetix Network e Chainlink, stanno già sperimentando soluzioni di questo tipo. Al completamento di tutte le fasi, Ethereum sarà in grado di processare tra le 25000 e le 100000 TPS. Infine avverrà un miglioramento per quanto riguarda la blockchain di Ethereum: l’EIP-1559.

Questo introdurrà un meccanismo che consentirà di bruciare una parte fissa delle fee di ogni transazione. Ciò ridurrà ancora di più la supply di Ethereum.

DeFi

Ethereum è stata la prima piattaforma su cui si è sviluppato il concetto di DeFi ( Decentralized Finance ).

La DeFi ha l’obiettivo di rendere qualsiasi prodotto finanziario accessibile a tutti.

Per questo, spesso si parla anche di OpenFinance, cioè finanza aperta.

Chiunque può accedere alla DeFi attraverso un semplice browser.

Per poter utilizzare questi prodotti è necessario un wallet, ovvero un portafoglio digitale in cui detenere le proprie criptovalute. Il wallet più utilizzato in ambito DeFi è Metamask, un’estensione per browser dall’utilizzo molto intuitivo. NFT e tokenizzazione

Gli NFT sono i cosiddetti token non fungibili, ovvero token che presentano delle caratteristiche uniche.

All’interno di ogni token è possibile inserire dei metadati, ovvero informazioni che rendono ogni token diverso dall’altro.

I token NFT hanno moltissimi campi di applicazione: l’arte digitale, la tokenizzazione di immobili e di prodotti finanziari o collezioni di oggetti digitali.

Esistono due tipi di standard per la creazione di token NFT: l’ERC-721 e l’ERC-1155.

Con l’ERC-721 è possibile creare token unici, vendibili singolarmente. 

Con l’ERC-1155, invece, è possibile realizzare una serie limitata di token, come ad esempio una collezione di personaggi digitali.


I token non fungibili certificano la proprietà e l’autenticità di un determinato bene.

Adozione istituzionale 

Ethereum è di gran lunga la blockchain più utilizzata dalle aziende.

Lintroduzione di Baseline Protocol ha facilitato l’accesso alla blockchain da parte delle aziende.

Baseline Protocol è un framework che permette alle aziende di integrare i propri sistemi all’interno della blockchain Ethereum senza dover rinunciare alla privacy.

Network effect

Il network effect ( l’effetto rete ) è l’effetto che un utente aggiuntivo di un servizio ha sul valore di quel prodotto rispetto ad altri.

Questo implica che il valore di un determinato servizio aumenta in base a quanti nuovi utenti lo utilizzano.

Più persone si uniscono alla rete, più sarà positivo il ciclo di retroazione.

Questo è uno dei motivi per cui Whatsapp è più utilizzato di Telegram, pur non essendo il servizio migliore a livello tecnologico.

Conclusione

Con il passaggio ad Ethereum 2.0, Ethereum diventerà ancora più importante di quanto non lo sia già adesso.

Molto probabilmente, Ethereum and ad aumentare ancora di più il gap con i cosiddetti Ethereum killer.

Questo, ovviamente, potrebbe riflettersi sul prezzo in maniera positiva.

Bibliografia

https://www.reddit.com/r/ethtrader/comments/jhrqv1/a_detailed_summary_of_every_single_reason_why_i/?utm_source=share&utm_medium=ios_app&utm_name=iossmf

https://defipulse.com/

https://realt.co/

https://medium.com/unibrightio/the-baseline-protocol-ethereum-for-enterprises-with-the-help-of-unibright-38c857788ce7

Aiutaci a condividere

0Shares
0

Iscriviti ora per ricevere la newsletter gratuita

Privacy Policy